Buondì Motta, lo spot "offende Napoli" e la rete insorge

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 10, 2019

"Ditemi come può una colazione essere golosa e leggera allo stesso tempo, oppure... musica Napoli!" dopodiché lo strumento mette una finta canzone neomelodica. L'elemento nuovo rispetto agli spot degli anni passati è Enza, l'assistente artificiale simile a Google Home o Amazon Echo, che dialoga con i 4 componenti della famiglia. Parte a quel punto una canzone neomelodica.

La musica leggera più popolare di Napoli e dintorni, dunque, viene vista dai creativi della Motta come una punizione come un'altra, insomma, cosa che ai Campani sembra non essere andata troppo giù, neanche fosse un Buondì non inzuppato nel latte. Lo spot sembrava però finalizzato a canzonare l'intelligenza artificiale e non la musica neomelodica. Infatti, una bimba chiedeva alla madre una colazione leggera e golosa e la madre le rispondeva: "Possa un asteroide colpirmi se esiste".

Il divertimento dei bambini si contrappone al fastidio dei genitori, infatti, la mamma copre il dispositivo disattivandola.

Come per la precedente serie di pubblicità in cui veniva colpita gente dagli asteroidi, anche questa sta facendo discutere.

Per tale motivo, il conduttore di Radio Marte, Gianni Simioli, e l'assessore Francesco Emilio Borrelli, sempre presente quando si parla di questioni che ledono la città di Napoli, hanno deciso di commentare la vicenda attraverso i propri canali social.

Qualcun altro ha scritto: "Complimenti vivissimi, uno spot orribile e offensivo in un colpo solo, mica è da tutti". I napoletani non hanno apprezzato l'ironia dei creatori dello spot e sul web si sono lamentati. Solo in questo Paese di ignoranti e razzisti si possono definire 'musica NAPOLI' questi lamenti sguaiati'.

Stavolta a innescare la polemica non è stata una minaccia proveniente dal cielo e non ci sono morti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE