Germania, sparatoria davanti alla sinagoga di Halle: ci sono morti

Bruno Cirelli
Ottobre 9, 2019

"Una bomba a mano è stata inoltre lanciata al cimitero ebraico", scrive il sito del quotidiano tedesco Bild, il quale riferisce che ci sarebbe stato anche "uno scontro a fuoco" a Wiedersdorf, nei pressi di Halle. Sempre leggendo il comunicato della polizia diramato su Twitter, il killer sarebbe scappato a bordo di un veicolo ma si tratta di informazioni ancora da confermare. L'aggressore portava un "elmetto", e una "maschera" e ha sparato contro un negozio con un "mitra", spiega un testimone all'emittente tedesca di notizie N-Tv. Il fatto di sangue è avvenuto "davanti alla sinagoga" del quartiere Paulus, nel giorno del Yom Kippur, la ricorrenza religiosa ebraica che celebra il giorno dell'espiazione e che quest'anno cade tra ieri sera e stasera. Un testimone oculare ha raccontato ai media locali di aver visto un aggressore in abiti militari che prendeva di mira un fast food kebab. "I presunti autori sono in fuga con un automezzo". Una persona è stata arrestata, ha indicato la polizia su Twitter. Trattandosi di una situazione di particolare emergenza, tutte le unità di polizia sono state trasferite sul luogo dell'attacco. Intensificate anche le misure di sicurezza all'esterna della sinagoga di Dresda.

Almeno due persone sono state uccise di fronte a una sinagoga ad Halle, la maggiore città della Sassonia-Anhalt, in Germania. Lo ha riferito l'agenzia Dpa aggiungendo che una portavoce della polizia di Halle non ha voluto fornire ulteriori dettagli. Un uomo avrebbe esploso decine di colpi con un fucile mitragliatore, quindi si sarebbe dato alla fuga. Il bilancio, provvisorio, è di due morti, diversi i colpi esplosi nel corso della sparatoria. Le forze dell'ordine tedesche invitano tuttavia a evitare speculazioni soprattutto online.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE