Russiagate: Renzi, Conte riferisca al Copasir su Barr

Bruno Cirelli
Ottobre 8, 2019

E consiglia al premier di "dare la delega dei servizi, anche per liberarsi di un peso". La notizia rivela una vera e propria spy story Roma-Washington? Lo dice il leader di Italia viva Matteo Renzi.

"La domanda è perché il ministro della Giustizia americano è venuto segretamente a incontrare il capo del Dis", il Dipartimento delle informazioni per la sicurezza. Non a caso ho querelato il signor Papadopoulos (l'ex consulente del presidente Donald Trump, coinvolto nell'inchiesta del procuratore Robert Mueller) che dice queste cose. Gli avversari politici sì.

Immediata la replica di Renzi che non ci sta: "Lo vedo un po' agitato - ha detto riferendosi all'ex collega di partito - dovrebbe almeno conoscere uno dei due posto e siccome la Leopolda non la conosce spero che sia andato a rilassarsi al Papeete". Il New York Times ha pubblicato una nuova puntata dell'inchiesta sul Russiagate, una vicenda che tocca anche il nostro Paese.

E rimasero poi sorpresi che Barr avesse aggirato i protocolli nell'organizzazione della missione, in cui incontrò i vertici dei servizi segreti italiani dopo aver visto il capo del Dis Gennaro Vecchione che li coordina. CHI E' JOSEPH MIFSUD: Nato nel '60, laurea in Scienza della formazione a Malta, e in Pedagogia a Padova, professore alla London Academy of Diplomacy, ha lavorato a Roma alla facolta' di Scienze Politiche presso la Link Campus University. Mifsud, durante la campagna elettorale che ha portato all'elezione di Trump, aveva avvicinato uno degli uomini dello staff del tycoon, promettendo informazioni compromettenti sulla rivale Hillary Clinton, sconfitta alle urne.

La Casa Bianca, però, ha cominciato una caccia alla fonte che ha originato il Russiagate. Tra i grandi ricercati c'è proprio Mifsud: il sospetto è che abbia offerto informazioni al team di Trump proprio per "incastrare" il candidato repubblicano.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE