COMMISSO, Senza nuovo stadio difficile vincere

Rufina Vignone
Ottobre 8, 2019

E così, dopo aver valutato nelle scorse settimane l'area Mercafir ed essersi lasciato sfuggire un sincero "pensavo si fosse più avanti", ora con altrettanta franchezza parlando al sito ViolaNation.com (una community dei tifosi viola nel mondo) conferma che l'ipotesi Campi è più di un piano B per risolvere l'annoso problema. "È stata una sorpresa per me visto che per 20 anni si è parlato di come migliorare gli impianti fiorentini". Costruire un nuovo stadio ci aiuterebbe ad aumentare le entrate. Innanzi tutto voglio che i nostri tifosi guardino la partita al coperto. Il loro comfort per me è molto importante.

L'imprenditore americano fa un paragone importante: "La Juventus è a 500 milioni di fatturato contro i nostri 100". In secondo luogo, abbiamo bisogno che il nuovo stadio sia un fattore trainante delle entrate.

A che punto siamo con i progetti per la costruzione del nuovo stadio? E' difficile pensare di costruire una squadra vincente se non aumentiamo drasticamente i nostri ricavi. Queste entrate aggiuntive non andrebbero in tasca mia. "Se non c'è nessun territorio dove costruire il nuovo stadio all'interno di Firenze allora credo si debba prendere in considerazione anche l'area metropolitana della città fiorentina". Non ci sono stadi a Manhattan, un quartiere che è 5 volte la popolazione della città di Firenze. A Manhattan non esistono terreni per costruire stadi di baseball e calcio e per questo vengono costruiti del Bronx, nel Queens e nel New Jersey. Sono andato a vedere la prima squadra che gioca a Firenze, le donne giocano in un'altro posto, la Primavera in un altro posto ancora. Pensiamo di essere in grado di farlo più velocemente dello stadio. "Ci sarebbero un ufficio centrale, una palestra, strutture sportive e alloggi per dormire e far studiare tutti i ragazzi".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE