Trentenne paralizzato torna a camminare grazie al pensiero

Barsaba Taglieri
Ottobre 7, 2019

Questo prestigioso e innovativo traguardo è stato raggiunto presso l'Universite' Grenoble Alpes in Francia.

Il risultato è ancora preliminare e provvisorio, anche perché l'esoscheletro è sorretto a sua volta in alto, quindi l'uomo ancora non è del tutto libero di fare e andare dove vuole, ma si spera che una volta risolti i problemi di bilanciamento, gli scienziati francesi proveranno a liberare l'esoscheletro dal suo supporto superiore. Prima di sperimentare il dispositivo, l'uomo è stato sottoposto a risonanze per mappare le aree del suo cervello che si attivano quando immagina di camminare e muovere le braccia. Queste aree sono poi state tappezzate superficialmente da 'elettrodi' che formano dei 'sensori' necessari per convogliare i 'pensieri' dell'uomo all'esoscheletro. A quel punto, gli impulsi elettrici del suo cervello sono stati "raccolti" e usati per muovere l' armatura meccanica. 'Avevo dimenticato di essere più alto della maggior parte delle persone intorno a me' "Mi sono sentito come il primo uomo sulla luna" - ha dichiarato il paziente. "Non camminavo più da anni".

Il sistema ha ancora dei difetti, tra i quali c'è il fatto che la camminata è avvenuta sorretta da un argano: i segnali intercettati dal cervello dei pazienti infatti non sono sufficienti a sostituire le centinaia di micromovimenti che ognuno compie senza rendersene conto semplicemente per stare in equilibrio, e l'esoscheletro ancora non integra un sistema per compensare questa carenza. "È stato davvero impressionante", ha raccontato il paziente. In precedenti esperimenti svolti da altri gruppi di ricerca gli elettrodi - impiantati troppo in profondità - smettevano di funzionare e potevano andare incontro a effetti avversi provocando infezioni, problema ovviato in questo studio in cui i sensori sono stati piazzati più superficialmente.

Come reso noto dall'Agence France-Presse e dal britannico The Guardian, un ventottenne francese, paralizzato dalle spalle in giù da quattro anni, è ora in grado di camminare grazie all'utilizzo di un esoscheletro.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE