Superbonus Befana e "cashback". Ecco come si può incassare

Paterniano Del Favero
Ottobre 1, 2019

E nelle ultime ore è spuntata una nuova ipotesi, quella di affiancare al cashback un meccanismo già ridefinito come bonus della befana.

Il cosiddetto bonus Befana prevederebbe una detrazione fiscale di un massimo di 500 euro nei primi giorni del 2021 e spetterebbe a chi, durante il 2020, ha effettuato pagamenti con carta o bancomat per una certa soglia.

Per cashback si intende la restituzione di parte dell'Iva per chi usa carte e bancomat evitando il ricorso al contante. Facciamo un esempio: se un cittadino acquista un prodotto o un servizio da 100 euro con l'aliquota al 10% (per esempio al ristorante), pagherà - aggiungendo l'Iva - 110 euro. Inoltre si pensa anche a un intervento dal lato dei commercianti: potrebbero essere eliminate - o comunque abbassate - le commissioni per i pagamenti sui Pos, soprattutto quelle per le transazioni più basse.

Arriva un super bonus Befana, una sorta di regalo dell'epifania che il nuovo governo M5s e Pd, sta studiando per i cittadini. Lo sconto potrebbe attestarsi al 3% o salire fino al 4%, con la possibilità per chi non ha un conto di una card gratuita (come quella del reddito di cittadinanza), che funzionerebbe da borsellino elettronico. Ci si ritroverebbe a fine mese un rimborso pari a una percentuale della spesa sostenuta.

Il Bonus Befana riprende il medesimo meccanismo.

Il Bonus Befana, invece, dovrebbe costituire un tesoretto che può arrivare al 19% di una spesa massima di 2500 euro (anche in più soluzioni) nel corso dell'anno precedente, effettuata sempre con moneta elettronica e nei settori dove l'evasione fiscale dovuta al pagamento con il contante è più a rischio. Con un tetto massimo fissato, per il momento, a 2.500 euro. In parole povere: chi salda il conto con bancomat o carta di credito paga immediatamente un'Iva al 12%, ma si troverà poi sull'estratto conto un rimborso del 3-4%, a seconda dell'aliquota calcolata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE