Sanchez uno-due, il Var conferma: la Sampdoria affonda al Ferraris

Barsaba Taglieri
Settembre 30, 2019

La partita prende il via con entrambe le squadre che mostrano una buona organizzazione tattica nella prima fase della gara. "Avrebbe potuto ammazzare chiunque questo tipo di situazione, ma i miei sono stati bravi a gestire un momento complesso".

Ora si fissano due date sui calendari blucerchiati: 30 Settembre per la trattativa societaria e il 5 Ottobre quando la Sampdoria affronterà al Bentegodi, l'Hellas Verona, con una sola parola d'ordine: vietato sbagliare. Raddoppia lo stesso cileno scattando sul filo del fuorigioco sull'assist di un incontenibile Sensi. Niente Juve per il Niño Maravilla, espulso a inizio del secondo tempo: 2 cartellini gialli, uno per una maldestro fallo da dietro, l'altro per una simulazione pacchiana, un tuffo imperdonabile nell'era della Var. E dire che fino al rosso Alexis Sanchez, all'esordio da titolare, era stato il migliore in campo. Per i nerazzurri si tratta della sesta vittoria di fila in campionato, che la conferma al primo posto in classifica con 18 punti.

Subito in apertura di ripresa arriva l'episodio che potrebbe cambiare il corso della partita. Forte dell'uomo in piu' la Samp si lancia alla ricerca del gol che ottiene all'10' con Jankto che, servito da Linetty in area conclude a rete con un diagonale. Le azioni confezionate dalla squadra di casa sono però perlopiù tiri dalla distanza che non arrivano quasi mai con pericolosità dalle parti della porta difesa da Handanovic. Quagliarella non riesce a trascinare la Sampdoria.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE