F1, Leclerc: a Singapore ho esagerato

Rufina Vignone
Settembre 27, 2019

Una vittoria per sbloccarsi, Sochi arriva per confermarsi. Nel mirino della Ferrari ci sono pole e vittoria: a candidarsi per il gradino più alto è Charles Leclerc, scottato dal recente successo di Sebastian Vettel, che vede comunque rilanciate le sue ambizioni. Non bisogna dare troppo peso ai messaggi via radio, se mettessimo il microfono ai calciatori o persino ai golfisti ci sorprenderemmo di quello che sentiremmo. Era arrabbiato quando ha realizzato che si trovava dietro, e nella stessa situazione anche io probabilmente sarei stato ugualmente arrabbiato. Perciò penso sia piuttosto normale, ovviamente voleva vincere. Tuttavia la strategia della Ferrari ha dato un aiuto al tedesco, che è riuscito così a vincere il gran premio senza che Ferrari chiedesse ai suoi piloti di scambiarsi di posizione. "Non è facile però sì, crederci ci credo". Ho simpatia per l'onestà.

La Sf90, infatti, aveva adottato una soluzione, da inizio stagione, dotata di slot laterali che prelevavano dell'aria anche dalla zona esterna al muso, ora invece si è pensato di chiudere questi slot utilizzando questo "diffusore" e utilizzare l'aria proveniente solo dall'anteriore e dalle due narici frontali. Per quanto riguarda il giro più veloce, considerando le caratteristiche della pista (lunghi rettilinei, ma anche curve lente), Vettel, Hamilton e Leclerc sono tutti proposti a quota 4,00.

Il miglioramento ha poi coinvolto alche la parte posteriore della vettura che usufruendo di un flusso più pulito riesce a lavorare in modo più efficace sviluppando una spinta verticale migliore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE