Bollette, stangata in arrivo: da ottobre luce +2,6% e gas +3,9%

Paterniano Del Favero
Settembre 26, 2019

Andamento stagionale, riduzione della produzione di gas olandese, alcune restrizioni all'accesso ai gasdotti di transito europei sono tra i fenomeni che spingono verso l'alto il prezzo del gas, ancora predominante anche nella produzione elettrica.

Lo spettro delle bollette in aumento sta di nuovo spaventando i consumatori italiani, tornati a chiedersi quanto costeranno ora luce e gas. Per l'elettricità i costi salgono per "i timori per un possibile calo della produzione francese nei prossimi mesi, a causa dei problemi di alcune centrali nucleari". Dal primo ottobre le tariffe dell'elettricità aumenteranno del 2,6%, quelle del gas del 3,9%. Nel dettaglio, l'aggiornamento è determinato da un aumento della componente a copertura della spesa per la materia energia (+3,2%), parzialmente ridotto da un calo di quella per gli oneri generali (-0,6%).

Nel prossimo trimestre, insomma, si spenderà di più, ma nell'arco temporale dell'anno la situazione non cambia molto, grazie alle manovre tariffarie precedenti: le famiglie italiane spenderanno infatti nel 2019 (al lordo delle tasse) 559 euro per l'elettricità e circa 1.107 euro per quella del gas. Tra le ragioni dei rincari, spiega Arera, anche le recenti tensioni geopolitiche legate agli attacchi alle piattaforme petrolifere saudite, che hanno influenzato le quotazioni delle principali commodity energetiche. L'aumento della spesa energetica ha un doppio effetto negativo perche' - sottolinea la Coldiretti - riduce il potere di acquisto dei cittadini e delle famiglie, ma aumenta anche i costi delle imprese particolarmente rilevanti per l'agroalimentare con l'arrivo dell'autunno.

Quali saranno gli effetti sulle spese delle famiglie?

Infine, conclude Besseghini: "Nel complesso quindi uno scenario positivo che però conferma, ancora una volta, l'importanza di un sistematico lavoro di revisione degli oneri generali per recuperare tutti gli spazi possibili a vantaggio di consumatori e aziende". Per il gas naturale, invece, l'aumento è ben più sostanzioso e pari al 3,9%: è sostanzialmente determinato per intero dall'aumento della spesa per la materia prima (+3,8% sulla spesa della famiglia tipo), legata alle quotazioni stagionali attese nei mercati all'ingrosso nel prossimo trimestre, e da un lieve aggiustamento dei costi di trasporto (+0,1%).

Rispetto alla spesa del 2018 ci troviamo di fronte a un rialzo dell' 1,35% per l'elettricità e dell'1% per il gas.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE