Sarri: "Le parole di Conte? Gli è stato riferito qualcosa di errato, non l’ho mai tirato in ballo"

Rufina Vignone
Settembre 19, 2019

Siamo solo all'inizio, è normale che possa avere delle difficoltà.

L'idea di Sarri è comunque rimasta tale nel tempo; "l'obbiettivo è permettere a Ronaldo di avere più palloni possibili". In passato la Juve si affidava più alla muscolarità.

Maurizio Sarri mette in qualche modo anche le mani avanti: magari non sarà una Juventus come quella di Allegri, ci sarà più palleggio, ma non sarà nemmeno come il suo vecchio Napoli, che faceva della tecnica e del palleggio le sue armi principali. Ha innestato un giocatore non propriamente sarriano nel suo scacchiere, Blaise Matuidi, per coprire il suo lato e esentarlo da ogni tipo di fase difensiva, nell'attuale 4-3-3 che sa di 4-4-2. Qua alla terza partita sono tutti rotti! Non ne penso niente, credo che a Conte sia stato riferito qualcosa di errato.

Rispetto a Firenze molto meglio ma c'e' ancora tanto da lavorare, dalle palle inattive alle chiusure degli esterni, la strada è buona ma per Sarri le pagine di appunti di ieri potrebbero richiedere un lavoro extra anche perché con il Verona non si può sbagliare.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE