Poste Italiane debutta nel Dow Jones Sustainability World Index

Paterniano Del Favero
Settembre 19, 2019

Indra ha rinnovato la sua presenza nel Dow Jones Sustainability Index (DJSI) World. Per il settore finanziario, nel 2019 sono state 25 le banche inserite nel Dow Jones Sustainability Index World e 9 nell'indice Dow Jones Sustainability Index Europe. Un risultato significativo, che testimonia come la sostenibilità sia alla base del Piano Industriale e sia fortemente integrata nella strategia di business e nei processi aziendali.

Nell'edizione 2019/2020 del Dow Jones Sustainability Index, Indra è stata una delle 16 società del settore "Software e Servizi" incluse nell'Indice e una delle cinque società europee tra le 156 aziende del settore di tutto il mondo invitate a partecipare.

Il Dow Jones Sustainability Index (DJSI) è nato nel 1999 e prende in considerazione le performance delle 2500 aziende quotate nel Dow Jones Global Total Stock Market Index, valutandole per le loro prestazioni economiche, ambientali e sociali e per fattori come il governo societario, la gestione dei rischi, il contributo alla mitigazione dei cambiamenti climatici, gli standard della catena logistica, i processi produttivi, il risk management, le procedure anticorruzione e la gestione della catena di fornitura.

La società è anche riuscita a migliorare significativamente il proprio punteggio nei capitoli di corporate governance, eco-efficienza e strategia climatica. "Questo prestigioso riconoscimento è un importante attestato al lavoro svolto quotidianamente da tutte le nostre persone". La valutazione avviene da parte della società RobecoSam, che conduce l'assessment.

Le azioni delle società più sostenibili e responsabili protagoniste della simulazione di trading implementata dall'Ufficio Studi di ET (leggi Trading con azioni Esg: perché no?) mettono in soffitta un'estate dalle forti emozioni ma che solo a settembre ha saputo fornire l'energia giusta per favorire il ritorno di trend rialzisti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE