Madre finge un incidente e uccide il figlio neonato. Arrestata

Bruno Cirelli
Settembre 17, 2019

Secondo i carabinieri, una donna di 34 anni, la madre, dopo aver urtato con l'auto il guardrail si sarebbe fermata e avrebbe lanciato il neonato nella scarpata.

La tragedia sarebbe scaturita dopo un litigio della donna con il convivente, avvenuta nella casa in provincia di Avellino dove i due si trovavano (l'uomo aveva immediatamente denunciato l'allontanamento): la donna avrebbe quindi lasciato l'abitazione e si sarebbe diretta nel Beneventano dove poi è avvenuta la folle tragedia. Infine, con i soccorritori, avrebbe finto di aver avuto un incidente.

La 34enne è stata ricoverata, piantonata, all'ospedale Rummo di Benevento, mentre i Carabinieri si trovano ancora sul luogo del ritrovamento per cercare nuovi elementi utili alle indagini. Il compagno della donna nel mentre è stato convocato per essere interrogato e per ricostruire le ultime ore di vita del piccolo. A quel punto la madre si è calata in fondo al dirupo e lo ha colpito alla testa con un oggetto, forse un sasso o un bastone di legno, fino a quando non è morto. I militari e il sostituto procuratore del tribunale di Benevento, Vincenzo Toscano, hanno interpretato in questo modo, come riportato da Il Corriere della Sera, gli elementi ritrovati lungo il percorso. Il pm ha emesso un fermo nei confronti della donna. Sul caso stanno indagando i carabinieri di Solopaca, in collaborazione con il nucleo operativo Cerreto Sannita. "La signora, originaria di Campolattaro, soffre di un grave deficit uditivo, praticamente è sordomuta", spiegano i militari. Ed anche ciò che scriviamo. Ma alcuni testimoni hanno raccontato un'altra versione dei fatti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE