Delirio rosso a Monza, Leclerc primo davanti al pubblico "di casa"

Rufina Vignone
Settembre 17, 2019

La vittoria come quella ottenuta ieri pomeriggio da Charles Leclerc è di quelle che non si dimenticano e che è destinata a restare ancora a lungo sulle pagine dei giornali e nelle copertine delle sigle tv. E' la sua seconda vittoria in carriera dopo il trionfo di sette giorni fa a Spa.

"Non sono mai stato cosi stanco". Niente di tutto questo, la Direzione Gara ha preso una decisione ragionata e ponderata per quanto riguarda le penalità inflitte a Sebastian Vettel e Lance Stroll a Monza, nonostante le manovre scorrette da essi commesse fossero simili. Ma anche quando il pilota britannico andava più veloce, Leclerc è riuscito a tenerlo dietro. Il 22enne pilota monegasco bissa il successo di appena una settimana prima a Spa con una gara perfetta, condotta in testa dalla pole alla fine, e precede le due Mercedes di Valtteri Bottas e Lewis Hamilton. I commissari optano per una specie di cartellino giallo (la bandiera bianco-nera) e Leclerc può continuare a resistere agli attacchi del campione del mondo della Mercedes. Dopo la vittoria di domenica Mattia Binotto via radio rivolgendosi a Leclerc si è lasciato sfuggire un "Sei perdonato Charles", spia che effettivamente all'interno del box si è discusso del problema. Una cosa è certa: il monegasco sembra un predestinato. Un capolavoro che probabilmente non servirà per quest'anno a riaprire il Mondiale per Maranello (Hamilton resta a +102 punti da Leclerc, quarto in classifica dietro anche a Verstappen e Bottas), ma che oltre a riportare il Cavallino Rampante a griffare con il numero 1 il podio del tracciato brianzolo ridà grandi speranze per il futuro a tutto il popolo rosso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE