Sarri: "La squadra non vuole mai perdere, neanche nei giorni meno brillanti"

Rufina Vignone
Settembre 16, 2019

"Abbiamo fatto una partita non di alto livello dal punto di vista tecnico". La Fiorentina ha fatto una buona partita, noi abbiamo sprecato tutte le sostituzioni subito. Dobbiamo crescere dal punto di vista qualitativo e tattico, conseguenza di un aspetto fisico che è da migliorare. Sugli infortunati "la sensazione è che Douglas Costa abbia un problema di entità superiore rispetto a Pjanic". Quando la squadra è più bassa, devono accordare di più. Il portoghese forse non sarà contento di sentir circoscrivere il suo dominio sul pianeta calcio a "questo momento". Sono state settimane difficili per il tecnico che alle prese con la polmonite si è sentito come un leone in gabbia, dovendo accettare i consigli dello staff medico: "Non è stato semplice rimanere fuori".

RABIOT - "Su Rabiot il discorso è ampio".

CENTROCAMPISTI DA POCHI STRAPPI - i centrocampisti della Juventus oggi come oggi sono conservativi, troppo, Khedira con la Fiorentina ha avuto una delle occasioni migliori ma ha tentato il passaggio invece di tirare, ad esempio, invece all'Inter Sensi sta segnando con continuità, hanno segnato anche Brozovic e Candreva, c'è maggiore equilibrio. Bisogna solo aspettarlo in questo momento. "Cambiare sei o sette giocatori può essere problematico".

PREPARAZIONE - "Era tutto imprevedibile, nel senso che noi all'inizio avevamo cinque giocatori in Coppa America, otto in infermeria. Poi ci siamo complicati la vita da soli, due volte, con Szczesny e De Ligt".

MS si presenta senza filtro, piuttosto disteso, anche perché una squadra così forte, in cui Dybala non si sa che ruolo avrà, non l'ha mai avuta in mano. Sapevamo che ci sarebbe voluto del tempo per farli arrivare ad una condizione accettabile. A Napoli c'era una differenza fra i 14/15 che giocavano di più e gli altri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE