Giampaolo: "Il secondo tempo dà fiducia. Piatek? Nessuna polemica"

Rufina Vignone
Settembre 16, 2019

"Mi piace la passione, la dedizione con cui i giocatori fanno le cose". In superiorità numerica la squadra ha fatto le cose per bene perché non è semplice trovare spazi quando ci si trova davanti a una squadra che si difende in dieci. So quali possono essere i pregi o i difetti strutturali, ma io lavoro per migliorare. Dopo il sofferto successo contro l'HellasVerona, Marco Giampaolo commenta la prestazione del suo Milan ai microfoni di SkySport ad una settimana dal derby con l'Inter.

Anche Piatek sta vivendo lo stesso "fenomeno": il polacco ha mollato la diciannove per mettersi sulle spalle proprio il numero per eccellenza dei centravanti, ma è rimasto a secco sia nelle amichevoli estive sia nelle prime due gare di campionato. Io la devo rendere sempre più equilibrata. "Questo mi dà fiducia".

"Nel secondo tempo ho detto di portare Rebic e Suso sulle linee, i centrocampisti sui difensori centrali, era quello che la squadra doveva fare, ci siamo presi la metà campo. Giocheremo il derby è sono fiducioso perché la squadra lavora bene". "Dovevamo aggiustarci per abbassare la fase difensiva dell'Hellas". Le avversarie sono agguerrite, hanno cambiato mentalità, il VAR ha tolto dubbi ed incertezze che c'erano una volta col blasone.

Sulla sostituzione di Paquetà si è espresso così: "Non è una bocciatura".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE