Gentiloni nominato nuovo Commissario europeo agli affari economici

Bruno Cirelli
Settembre 12, 2019

Dopo l'incontro con Ursula von der Leyen a Bruxelles, il premier Giuseppe Conte ha parlato del ruolo dell'Italia nella nuova Europa assicurando che il governo di Roma avrà un ruolo di primo piano nell'Ue. Nell'occuparsi del "semestre europeo", ovvero della sorveglianza di bilancio negli Stati dell'Eurozona, l'ex premier italiano dovrà "garantire l'applicazione del Patto di Stabilità e di Crescita, usando in pieno la flessibilità concessa dalle regole", per "aiutare a conseguire una politica di bilancio più favorevole alla crescita nell'Eurozona e a stimolare gli investimenti", si legge nella "mission letter" indirizzatagli da von der Leyen. "Voglio una commissione che sia flessibile moderna e agile", ha aggiunto.

Con quattordici uomini e tredici donne, von der Leyen ha messo insieme la Commissione più rosa della storia.

Riformare l'accordo di Dublino sui migranti - "Dobbiamo riformare Dublino, ed è una questione che riguarda la solidarietà, che per definizione non può dipendere da una posizione geografica. Non può essere la base sulla quale un Paese deve assumersi maggiori responsabilità per esempio rispetto all'arrivo dei migranti". "Dunque Dublino deve essere riformato e ne parleremo con molto impegno". La proposta di sviluppare uno strumento 'one in, one out' al fine di limitare il corpus legislativo - anche in materia ambientale - rischia di avere un effetto agghiacciante sulle iniziative necessarie per raggiungere il Green Deal europeo.

L'attribuzione all'ex capo del governo italiano di un portafoglio così pesante, spiegano alcune fonti, potrebbe portare alla rinuncia da parte italiana della vicepresidenza dell'esecutivo Ue, che sembrava invece acquisita in una prima fase di negoziato. Gli altri vice-presidenti, oltre al già citato Borrell, sono Věra Jourová, Margaritis Schinas, Maroš Šefčovič, Dubravka Šuica. Guiderà inoltre le attività della Commissione nell'ambito della conferenza sul futuro dell'Europa.

Dombrovskis nominato vicepresidente della Commissione Ue La nomina del falco Valdis Dombrovskis come vicepresidente esecutivo con delega all'economia non è solo un segnale al Conte bis, ma un vero e proprio paletto alle manovre che il nuovo governo dovrà intraprendere a breve. Infine, Ylva Johansson (Svezia) guiderà il portafoglio "Affari interni".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE