Cosa significa il licenziamento di John Bolton

Bruno Cirelli
Settembre 12, 2019

Donald Trump ha licenziato il suo consigliere per la Sicurezza nazionale, John Bolton: ha detto in un tweet di averlo avvisato due sere fa, troppe opinioni divergenti, la convivenza era impossibile. Il presidente americano lo ha detto chiaramente durante un incontro che ha presieduto alla Casa Bianca e al quale hanno partecipato i massimi responsabili delle autorità sanitarie del Paese: "Basta, bisogna fare qualcosa di fronte a quello che sta diventando un vero e proprio dramma".

La Corte Suprema ha dato ragione all'Amministrazione Trump, dando il via libera alle nuove regole sulle richieste d'asilo, che erano state bloccate dai tribunali della California. Così il presidente degli Stati Uniti ha spiegato di aver chiesto a Bolton di farsi da parte e già la prossima settimana verrà nominato un suo successore. Lo ha scritto su Twitter l'ormai ex consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Bolton. Il testo evidenzia il modo straordinariamente incredibile in cui Trump dirige il governo degli Stati Uniti. Ha anche inviato un messaggio a Robert Costa del Washington Post dicendo: "Che sia chiaro, mi sono dimesso, ho offerto le dimissioni ieri sera". Bolton aveva convinto Trump ad appoggiare apertamente Juan Guaidó, leader dell'opposizione e principale avversario del presidente venezuelano Nicolás Maduro, promettendogli una vittoria facile e una rapida caduta del regime.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE