Telefonia mobile. Sono gli italiani a pagare di meno

Paterniano Del Favero
Settembre 11, 2019

In Italia, oggi, chi cambia operatore spende, in media, 12,50 euro al mese, potendo contare su un traffico dati di circa 45 GB.

Effettuando inoltre il confronto sul traffico dati incluso nelle offerte di telefonia mobile degli operatori attivi in Italia, il nostro Paese, con 45 GB circa in media per navigare come sopra accennato, è secondo solo alla Francia, dove gli utenti hanno in media a disposizione circa 50 GB al mese per Internet. Lo afferma una recente analisi di Facile.it, noto portale italiano, secondo cui la spesa media mensile si attesta a 12,50 euro. I risultati ci dicono che in Italia i contratti con le compagnie telefoniche pesano meno rispetto a quasi tutti gli altri Paesi.

Tra gli stati presi in esame, si paga meno solo in Polonia (6 euro al mese), Francia (9 euro al mese) e Germania (11,60 euro al mese).

Tariffe superiori alle nostre anche in Spagna e in Gran Bretagna, dove per un piano tariffario di fascia intermedia si spendono, rispettivamente, 17,40 euro al mese e poco meno di 15 euro al mese. L'analisi ha preso in considerazione un mix di piani tariffari rappresentativi per ciascun Paese, calcolando un valore medio sia in termini di costi, sia di traffico dati, focalizzandosi sulla fascia intermedia dell'offerta, escludendo quindi le proposte entry level.

L'Italia, tra luce, gas e tasse locali, è notoriamente il Paese dei rincari, ma ci sono settori economici che, grazie alla concorrenza settoriale, fanno eccezione. Il più economico è la Polonia: 6 euro al mese, 72 euro l'anno, il 52% in meno rispetto a noi. Dopo Francia e Italia sul gradino più basso del podio, per giga offerti per navigare ai clienti, c'è l'Irlanda dove gli operatori di telefonia cellulare nei loro pacchetti includono in media 22 GB circa.

Tuttavia, l'analisi mette in evidenza che se si punta l'attenzione sui GB di traffico inclusi nella fascia tariffaria presa in analisi, lo scenario cambia sensibilmente.

Costi elevati rispetto all'Italia anche in Grecia, dove chi sceglie un piano tariffario di fascia intermedia deve mettere in conto una spesa di circa 15,80 euro al mese, vale a dire 190 euro l'anno; per questa fascia di prezzo, però, i greci devono accontentarsi di chiamate limitate (in media 400 minuti) e pochi SMS (in media 100 anche se, in alcuni casi, sono addirittura esclusi). Maglia nera la Norvegia, dove il costo virtuale per il traffico dati è pari a 6,76 euro a GB. All'estremo opposto ovviamente la Francia, con 0,18 euro, che precede l'Italia che si attesta a 0,28 euro. Tariffe alte anche in Spagna e in Gran Bretagna.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE