USA, l’indice ISM manifatturiero frena ad agosto

Paterniano Del Favero
Settembre 5, 2019

Gli analisti avevano stimato 51,3 punti, dai 51,2 punti della precedente rilevazione. Aumenta invece la componente relativa ai prezzi che si porta a 46 punti da 45,1. Wall Street ha reagito negativamente.

L'indicatore, che viene usato per valutare lo stato di salute del settore manifatturiero statunitense, scende sotto la soglia chiave di 50, che fa da spartiacque tra espansione e contrazione dell'attività. Lo scrivono i media Usa.

L'indice che misura l'andamento del comparto manifatturiero statunitense elaborato dall'ISM (Institute for Supply Management) nel mese che si è da poco concluso si è attestato a 49,1 punti. Mentre Trump continua la sua guerra commerciale personale contro la Cina, non solo a torto come sembrerebbe, ma cercando di difendere il primato industriale ed economico globale degli USA contro l'escalation del colosso cinese, i segnali derivanti dal paese non sono confortanti. L'indice Pmi manifatturiero ISM è il risultato di un'indagine mensile condotta presso oltre 400 aziende in 20 settori diversi dei 50 stati americani.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE