Conte riceve l'incarico dal Colle, sarà "Un governo all'insegna delle novità"

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 29, 2019

Alla fine della seconda ondata di consultazioni al Quirinale, è arrivato il comunicato ufficiale sul nuovo governo: "Convocato il professor Giuseppe Conte alle 9.30", ha fatto sapere il portavoce del Quirinale, Grasso, con un comunicato breve e conciso. Questi schemi sono ampiamente superati. Oggi stesso avvierò le consultazioni con tutti i gruppi parlamentari e mi dedicherò a scrivere un programma con le forze politiche che si sono dichiarate disponibili.

Ha anche attaccato PD e M5S dichiarando che "l'unica cosa che hanno in comune è l'odio contro la Lega".

Gli Italiani non meritavano il Regime antiitaliano instaurato da Forze pseudopolitiche che si sono vomitate addosso il peggio del peggio e che oggi solidalizzano in nome del potere.

Al termine di una giornata importantissima per il futuro del governo, dopo la notizia della convocazione di Conte al Quirinale, i vertici del Movimento 5 Stelle hanno deciso di ritrovarsi per una cena nel centro di Roma.

Parigi, Berlino, Bruxelles, un Monti-bis. Mossa politica ridicola, ai limiti dell'oltraggio che Mattarella ha scelto di ignorare, almeno per il momento, per non pregiudicare una maggioranza che ha i numeri per non dover formare un governo al buio. Solo in caso di esito positivo della votazione il M5S accetterà di formare un governo col Pd.

Alle 18,40 sarà il turno del Gruppo misto della Camera con il presidente Manfred Schullian, Alessandro Fusacchia, vicepresidente e rappresentante di +Europa-Centro democratico, Renate Gebhard, vicepresidente e rappresentante della componente Minoranze linguistiche, Maurizio Lupi, vicepresidente e rappresentante della componente 'Noi con l'Italia - Usei', Beatrice Lorenzin, vicepresidente del Gruppo Misto e rappresentante della componente 'Civica popolare Ap-Psi-Area civica', Catello Vitiello, vicepresidente e rappresentante della componente 'Sogno Italia-10 volte meglio' e Antonio Tasso, per il Maie (Movimento Associativo Italiani all'Estero). Dignità vorrebbe che ci fossero elezioni.

"L'Italia non può essere ostaggio dei cacciatori di poltrone". "Non abbiamo fretta". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, al termine delle consultazioni.

"Voglio creare una squadra di lavoro che offra ai nostri figli di vivere in un paese all'avanguardia per istruzione, tecnologie e che primeggi per la tutela dell'ambiente, che si alimenti ad energie rinnovabili, che abbia infrastrutture sicure e che valorizzi i beni culturali, che cancelli ogni tipo di disparità. Secondo noi il governo al quale il Pd e il M5S intendono dare vita è una soluzione politicamente sbagliata, una soluzione inadeguata ad affrontare i grandi problemi lasciati sul tappeto dall'esecutivo dimissionario".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE