Libra, Antitrust UE mette sotto inchiesta la criptovaluta

Paterniano Del Favero
Agosto 25, 2019

È quanto emerge da un documento Ue visionato dall'agenzia Bloomberg.

Uno dei partner si è detto preoccupato del "mancato sostegno pubblico al progetto", nonché dei "controlli regolamentari" che ricadranno inevitabilmente sulle attività anche extra-progetto per verificare le posizioni dei singoli attori in campo.

Inoltre, i regolatori avrebbero iniziato ad indagare su come Libra possa essere utilizzata nelle applicazioni WhatsApp e Messenger di Facebook.

Secondo un recente documento trapelato, l'Antitrust della Commissione Europea starebbe avviando un'indagine per capire se la criptovaluta del social network Facebook, Libra, rappresenta un pericolo per la privacy e la concorrenza. Ma l'antitrust non sarebbe l'unica autorità Ue a seguire da vicino il lancio di Libra e le sue possibile ripercussioni: altri uffici di Bruxelles stanno "monitorando gli sviluppi del mercato" delle criprovalute e dei servizi di pagamento, "compresa Libra e il suo sviluppo", ha spiegato un portavoce della Commissione. Preoccupazioni riguardano infine la gestione dei dati personali e finanziari degli utenti.

Le preoccupazioni delle authority europee si aggiungono alle perplessità manifestate nelle scorse settimane anche da diverse commissioni americane.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE