Governo: Cantarella (Lega), 'Conte non era leader coalizione ma solo garante'

Paterniano Del Favero
Agosto 25, 2019

Come mostrato dal sondaggio elettorale, il calo in un mese della Lega è consistente, dopo aver raggiunto i suoi massimi alla fine di luglio, ora si ritrova al 33,7%.

Matteo Salvini inoltre perderebbe la possibilità di continuare a fare campagna elettorale con il mantra dei "porti chiusi", così che gli rimarrebbe soltanto il promettere meno tasse e più pensioni anche se non si è mai capito con quali soldi. L'alternativa sono le elezioni. Costa, inesorabilmente, la crisi di governo innescata proprio da Matteo Salvini.

La posizione del Movimento 5 Stelle nei confronti della Lega è ambigua, non ci sono dubbi. Il sondaggio Winpoll-Sole 24 ore conferma i trend sulle intenzioni di voto registrati da altre rilevazioni, sottolineando come solo 4 italiani su 10 vogliono andare a votare subito. In risalita anche i Cinque stelle di 1,8 punti dal 30 luglio e oggi attestati al 16%. A beneficiare di questa caduta è soprattutto, invece, Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni.

La maggioranza relativa (il 41%) vorrebbe tornare al voto in autunno. Gli elettori sono favorevoli o sfavorevoli alle elezioni a seconda del loro schieramento.

La Lega riordina le idee, dopo il colpo del premier Conte, che da Biarritz, dichiara come la stagione politica con il partito del ministro dell'Interno "è chiusa" e che per lui "non si potrà più riaprire". Nel dettaglio però "Solo il 21% degli elettori del Pd vorrebbe le urne mentre il 62% preferisce un governo con il M5s".

Per quanto riguarda le preferenze degli elettori rispetto alla soluzione della crisi, dal sondaggio del quotidiano economico emerge che "solo il 7% degli elettori leghisti e il 16% dei grillini vedono una nuova alleanza gialloverde". La maggioranza degli elettori M5S (il 37%) pensa invece che non durerà.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE