Crisi di governo, Conte si è dimesso. Svelato il calendario delle consultazioni

Paterniano Del Favero
Agosto 21, 2019

(Teleborsa) - Giornata calda sui banchi del Senato dove il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha rassegnato ufficialmente le sue dimissioni. E conclude chiedendo elezioni: "Chiedo il voto al presidente Mattarella". Il clima iniziale del 20 agosto al Senato è stato formalmente ineccepibile, preceduto dalla stretta di mano con tutti gli esponenti dell'esecutivo.

E' infatti lo spettro di un governo Dem Cinque-Stelle a tenere banco. Impassibile Luigi Di Maio.

"Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa sera al Palazzo del Quirinale il presidente del Consiglio dei ministri prof. avv".

"Se qualcuno da settimane, se non da mesi, pensava a un cambio di alleanza, molliamo quei rompipalle della Lega e ingoiamo il Pd, non aveva che da dirlo".

"La crisi in atto compromette irrevocabilmente l'azione del governo che qui si arresta", ha dichiarato Conte, dopo aver in più occasioni attaccato duramente l'operato del vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini.

"La decisione della Lega con la mozione di sfiducia mi impone di interrompere qui questa esperienza di governo". "Non ho paura del giudizio degli italiani". Volutamente o meno, mettendo l'accento sull'importanza delle "regole della politica", Conte ha creato subito un solco profondo tra sé e Salvini, dal quale l'ha apostrofato: "Caro Matteo". Ora si attende la decisione per il futuro del Paese e delle manovre in gioco.

Ma poi arriveranno altri nodi al pettine: per esempio in Parlamento non si è ancora concluso l'iter legislativo del ddl per la cancellazione della chiamata diretta e appare davvero improbabile che a questo punto il PD, se dovesse entrare a far parte del prossimo Governo, dia il via libera ad un provvedimento che cancella una delle misure "bandiera" della legge 107. Tempi strettissimi per le consultazioni di Mattarella, quindi: si comincia con il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano, che non trovandosi a Roma sarà sentito telefonicamente.

ORE 9,07 - Salvini: "Un governo con pieni poteri fa e non polemizza".

"Nessun ravvedimento, vorrei chiarire" ha spiegato Conte. Alle 17,30, invece, le Autonomie, a seguire il Gruppo Misto.

SALVINI INVOCA IL VOTO E LA PROTEZIONE DELLA VERGINE MARIAIl ministro dell'interno prova a mettere nell'angolo Conte e i Cinque Stelle offrendo la disponibilità al taglio dei parlamentari per poi andare alle urne.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE