Mancini: "Balotelli? Ora dipende tutto da lui"

Rufina Vignone
Agosto 18, 2019

Roberto Mancini a ruota libera sul calcio italiano e sul campionato di Serie A che sta per cominciare. Ma se cambi allenatore, avere più tempo per allenarsi può essere un vantaggio per acquisire meglio il suo pensiero: il Milan può essere la sorpresa.

Nel mirino del commissario tecnico, in vista anche di Euro 2020, ci sono alcuni talenti milanisti: "Per la fascia destra abbiamo Florenzi, Piccini, spero che Conti possa tornare quello dell'Atalanta". E come vice Juve vedo pericoloso il Napoli: ha gli stessi giocatori che ormai giocano insieme da anni, mentre l'Inter ne ha già cambiati 4-5 e perde giocatori importanti come Icardi e Perisic. Fa strano che a 29 anni non sappia che squadra abbia per il secondo anno di fila a pochi giorni dalla fine del mercato. Non ha fatto una preparazione, non si è allenato regolarmente: deve riflettere, non è normale. Il Brescia? Se sarà una buona soluzione dipende da lui, io gli voglio bene ma non posso fare più niente per lui.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE