Incidente nucleare in Russia, sembra una nuova Chernobyl: "I feriti erano radioattivi"

Barsaba Taglieri
Agosto 18, 2019

L'incubo di una nuova Chernobyl è sempre più reale in Russia: i medici che hanno soccorso i feriti causati dallo scoppio del misterioso missile nel poligono di tiro di Severodvinsk non sono stati avvisati dalle autorità che avevano a che fare con pazienti esposti alle radiazioni. Il quotidiano in lingua inglese ha parlato con cinque membri dello staff dell'ospedale regionale di Arkhangelsk (compreso due medici) che hanno raccontato che i feriti sono arrivati "nudi e avvolto in sacchetti di plastica traslucidi". Le fonti hanno parlato solo in condizione di anonimato, data l'attenzione riservata dai servizi di sicurezza russi all'incidente. L'unica informazione fornita fu che vi era stata un'esplosione alla vicina base militare. Uno dei medici ha anche detto che il personale dell'ospedale è "furioso" per la mancanza di informazioni, che avrebbe potuto danneggiare le persone.

I medici hanno affermato che tutto il personale che ha lavorato direttamente con i pazienti è stato invitato dagli agenti del Servizio di Sicurezza Federale (FSB) il 9 agosto a firmare accordi di non divulgazione che impediscono loro di parlare dell'accaduto.

"Nessuno, né la direzione ospedaliera, né gli ufficiali del ministero o ufficiali del governo regionale hanno notificato allo staff che i pazienti erano radioattivi" riporta il Moscow Times, "Gli addetti ospedalieri avevano i loro sospetti ma a nessuno di loro è stato detto di proteggersi". Il rilevamento è avvenuto a seguito di alcuni test a cui alcuni membri del personale medico e paramedico dell'ospedale di Arkhangelsk hanno accettato di sottoporsi a Mosca.

Il medico che, secondo il quotidiano, sarebbe stato contaminato, ha raccontato l'accaduto a una delle fonti del Moscow Times, precisando che non è stato informato della quantità o della concentrazione dell'isotopo trovato.

Da Mosca arriva la smentita. Ma il ministero della Salute in una nota ha fatto sapere che, dei 91 medici che si sono sottoposti a test di controllo, "nessun caso ha mostrato un eccesso dei livelli accettabili di radioattività". Durante l'esame è stato utilizzato uno spettrometro e non sono stati trovati livelli di sostanze radioattive superiore alla norma.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE