Migranti: Open Arms, Procura Agrigento apre inchiesta per sequestro di persona (2)

Barsaba Taglieri
Agosto 17, 2019

Infatti il responsabile del Poliambulatorio di Lampedusa, Francesco Cascio - che ha visitato le persone che sono state fatte sbarcare per ragioni mediche - ha dichiarato all'Ansa che "dei 13 naufraghi fatti sbarcare dalla Open Arms, solo uno aveva una otite, gli altri non avevano alcuna patologia come abbiamo accertato in banchina".

La Procura di Agrigento ha aperto un fascicolo contro ignoti per sequestro di persona e violenza privata in seguito agli esposti dei legali della Open Arms, la nave Ong ferma a poche centinaia di metri dal porto di Lampedusa con un carico di 134 immigrati a bordo. Questa mattina i legali della Ong spagnola hanno presentato alla Procura di Agrigento un esposto facendo il punto della situazione a bordo e lamentando la mancata esecuzione, nei fatti, dell'ordinanza del Tar del Lazio che ha consentito alla nave di entrare nelle acque territoriali per consentire il soccorso immediato delle persone a causa della eccezionale gravità della situazione. Siamo davanti all'ennesima presa in giro della ong spagnola che per giorni ha girovagato nel Mediterraneo al solo scopo di raccogliere più persone possibili per portarle sempre e solo in Italia - aggiunge -. "Hanno già sopportato enormi sofferenze - denunciano - non possiamo aggiungerne altre". Il documento medico si sofferma soprattutto sulle "esperienze traumatiche", che hanno segnato i passeggeri della Open Arms anche nella loro migrazione prima dell'approdo in mare, tra cui "abusi e sfruttamento, tortura, trattenimenti arbitrari e altre violazioni dei diritti umani".

Al momento "nessun paese europeo" ha fatto "passi formali" per accogliere i migranti a bordo della Open Arms. A comunicarlo con un tweet la stessa Ong, che ha parlato di 3 persone e di un accompagnatore fatti scendere a terra "per complicazioni mediche che richiedono cure specializzate". Giovedì sera altri 9 migranti - di cui 5 bisognosi di assistenza per problemi psicologici e 4 familiari - erano stati evacuati dalla nave.

I migranti sono stati condotti in ospedale.

La Commissione Ue "accoglie con favore la solidarietà mostrata da sei Stati membri" favorevoli ad accogliere parte dei migranti della Open Arms, ed è "molto grata della collaborazione di Francia, Germania, Lussemburgo, Portogallo, Romania e Spagna". Soccorsi che però non possono essere portati se alla nave non viene consentito di attraccare.

Il permesso allo sbarco dev'essere autorizzato dalla Prefettura di Agrigento e dunque dal Viminale. A coordinare il fascicolo (il secondo dopo quello di domenica scorsa) è il procuratore Salvatore Vella. A bordo ci sono ancora 143 persone e la situazione igienico-sanitaria diventa sempre più difficile.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE