Ancora proteste a Hong Kong, cancellati tutti i voli in partenza

Bruno Cirelli
Agosto 16, 2019

L'ondata di proteste è dovuta alla legge sull'estradizione.

"Gli Usa sono profondamente preoccupati dai rapporti sui movimenti di unità paramilitari cinesi lungo il confine con Hong Kong", ha commentato sul punto il Dipartimento di Stato Usa, all'indomani del tweet di Donald Trump sull'informazione fornita dall'intelligence americana in merito allo spostamento di truppe al confine, accompagnata dall'invito a tutti di "stare calmi". Le normali operazioni riprenderanno domani a partire dalle 6:00 di mattina (mezzanotte in Italia) questo l'auspicio espresso in un comunicato dalle autorità dello scalo aeroportuale, dopo la cancellazione di oltre 180 voli in partenza. Tutti i voli di oggi che non avevano completato le procedure di check-in entro il pomeriggio sono stati cancellati, così come i voli in arrivo che non erano ancora decollati dall'aeroporto di partenza. La leader ha anche difeso le azioni della polizia, accusata di violenze dai manifestanti, sostenendo che gli agenti agiscono in "circostanze estremamente difficili" e sono costretti a prendere decisioni "sul momento". "Li hanno attaccati più volte con strumenti estremamente pericolosi", ha aggiunto.

La Cnn ha diffuso un video che mostra un poliziotto che, dopo essere stato accerchiato e aggredito da un gruppo di giovani che gli sottraggono il manganello, apparentemente punta contro di loro la pistola senza sparare, prima di essere soccorso da alcuni colleghi. Il quarto giorno consecutivo di proteste, fa seguito ai violenti scontri avvenuti nel weekend tra manifestanti e polizia. Durante le manifestazioni di ieri cinque persone sono state arrestate e due agenti sono rimasti feriti, riferisce la polizia locale.

Nel frattempo mezzi militari cinesi si sono schierati nelle scorse ore a Shenzhen, la città a ridosso di Hong Kong. Il mio ruolo, ha affermato, è "garantire che Hong Kong rimanga una città sicura e ordinata".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE