Trump: "Ci stiamo informando sull’ esplosione nucleare in Russia"

Bruno Cirelli
Agosto 13, 2019

Ma l'intelligence americana ha dichiarato che si sospetta che l'esplosione abbia coinvolto un prototipo di quello che la NATO chiama SSC-X-9 Skyfall, ossia un missile da crociera che secondo quanto detto da Putin, può raggiungere qualsiasi angolo della Terra perché parzialmente alimentato da un piccolo reattore nucleare, che elimina le limitazioni di distanza dei missili convenzionali.

Il New York Times ha definito l'esplosione "forse uno dei peggiori incidenti nucleari avvenuti in Russia da Chernobyl" anche se di portata nettamente minore. Secondo i media russi, i residenti di Severodvinsk e altre città del Nord hanno esaurito le scorte di iodio, che riduce gli effetti delle radiazioni. La fonte ha anche affermato che sarebbero stati rilevati livelli di radiazioni più alti nelle aree vicine al luogo dell'esplosione, anche se non è chiaro se queste radiazioni siano collegate al possibile lancio del nuovo sistema missilistico. Oggi Vyacheslav Soloviev dell'Istituto panrusso di Fisica sperimentale ha pubblicato le informazioni ufficiali su un sito locale. La segretezza attorno al fallito test e le scarse iniziali dichiarazioni del ministero della Difesa hanno immediatamente innescato teorie cospirative sul fatto che le autorità cercassero di nascondere un incidente su vasta scala.

L'agenzia atomica russa ha diffuso un comunicato stampa in cui dichiarava che l'esplosione era avvenuta a causa di una fonte isotopica per un missile a carburante liquido, due giorni dopo che l'episodio si era consumato. Panico e informazioni confuse che testimoniano come in realtà la guerra fredda potrebbe non essere finita. È stato il primo riconoscimento ufficiale del fatto che l'incidente abbia avuto una natura nucleare.

In particolare, in sei degli otto luoghi monitorati, ha riferito l'agenzia federale per l'Ambiente Roshydromet, è stato registrato un eccesso di radiazioni gamma "da 4 a 16 volte" i valori normali.

Sono stati sepolti come "eroi nazionali" postumi i cinque esperti nucleari russi morti durante la misteriosa esplosione nel Mar Bianco, mentre le autorità continuano a centellinare le notizie su che cosa sia veramente accaduto l'8 agosto scorso. Ma le immagini satellitari offrono alcuni spunti.

David Cullen, direttore del Nuclear Information Service del Regno Unito, ha detto che l'escalation nucleare è sintomatica di una progressiva rottura delle relazioni fra Stati Uniti e Russia.

"Il test del missile si è svolto su una piattaforma marittima".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE