Salvini a Open Arms e Ocean Viking: "I porti restano chiusi"

Barsaba Taglieri
Agosto 13, 2019

Si tratta del quarto intervento negli ultimi giorni e ora a bordo ci sono 356 persone. L'attore e regista spagnolo Antonio Banderas ha lanciato un appello perché si dia la possibilità di sbarcare ai migranti a bordo e ha definito "un orrore" la politica dei porti chiusi. Open Arms e Ocean Viking si prendono cura di loro, li rassicurano e, nel frattempo, partono di continuo per missioni di salvataggio, mentre il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, promette di "bloccare l'invasione dei "vichinghi" dopo l'ennesimo salvataggio, il terzo in tre giorni, effettuato dalla Ocean Viking.

Sul divieto di sbarco imposto all'imbarcazione della ong, inoltre, si sono espressi numerosi volti noti. L'operazione, durata due ore, "si è svolta in acque internazionali a 60 miglia nautiche dalle coste libiche".

L'attore ha portato viveri e beni di prima necessità. "E nel caso individuare i responsabili". "160 persone. Resistiamo". I volontari della nave umanitaria Open Arms, dell'ong spagnola Proactiva Open Arms, hanno scritto un tweet d'aggiornamento sulla situazione a bordo della nave. L'Europa non si è ancora fatta carico di una trattativa ufficiale per provare a trovare una soluzione condivisa perchè nessuno degli Stati di bandiera della due navi, Spagna e Norvegia, lo ha ufficialmente chiesto. Richiediamo alle forze maltesi soccorso immediato!

"Abbiamo stabilito contatti con le autorità marittime dei paesi a noi più vicini". Poi ti rendi conto che sono sulla barca strettissimi, il contatto fisico è ravvicinato e c'è un rumore forte. "Non potremo mai riportare le persone in Libia". Quando siamo arrivati l'acqua era molto mossa ed è stato difficile.

Le circostanze "in cui abbiamo trovato questo barcone e la risposta delle autorità - siano libiche, italiane o europee - mostrano quanto la situazione in mare oggi sia confusa e quanto gli stati non stiano dando la priorità al loro dovere di salvare vite umane".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE