Gerusalemme, tensione alla spianata delle moschee, ci sono feriti

Bruno Cirelli
Agosto 13, 2019

Diversi fedeli musulmani che celebrano oggi l'Eid al-Adha, Festa del sacrificio, sono rimasti feriti durante i disordini con la polizia israeliana scoppiati sulla Spianata delle Moschee, il Monte del Tempio per gli ebrei, a Gerusalemme.

La situazione alla Spianata è diventata bollente anche a causa di ciò che sta accadendo sulla striscia di Gaza.

Il ministero degli esteri giordano ha da parte sua sottolineato "la gravità delle violazioni israeliane nella Spianata, avvenute mentre si celebrava la Festa del sacrificio". Almeno 600 gli ebrei che hanno potuto varcare la soglia del Monte del Tempio nella mattinata e una seconda visita era prevista per il primo pomeriggio, della durata di un'ora. " ha affermato una giovane donna ebrea, Sophia Gehula Cohen, entrata nel sito".

Scontri stamane fra polizia israeliana e palestinesi sulla Spianata delle Moschee, nel giorno in cui si sovrappongono feste ebraiche e musulmane. La Giordania, così come l'Organizzazione per la liberazione della Palestina (OLP), ha denunciato "l'aggressione" contro la Spianata delle Moschee da parte delle forze israeliane, accusata anche dal segretario generale della Lega araba che ha invitato la comunità internazionale a calmare gli animi per evitare "una battaglia religiosa nella città santa di Gerusalemme". La morte dell'uomo è stata giustificata dall'esercito israeliano attraverso una nota, nella quale si spiegava che "le pattuglie hanno avvistato un terrorista armato che si avvicina alla recinzione di sicurezza nella Striscia di Gaza settentrionale". Gli agenti hanno fatto uso di granate stordenti e di gas lacrimogeni. Le autorità israeliane hanno inoltre arrestato due sospetti per l'omicidio del soldato Dvir Sorek, che ha scioccato Israele.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE