Croazia, tragedia in barca: morto Vinci, l'ad siciliano dei supermercati Tuodì

Bruno Cirelli
Agosto 13, 2019

Un morto e tre intossicati in gravi condizioni, tra cui due bambini: questo il bilancio di una tragedia che ha colpito un gruppo di turisti italiani di Sant'Agata Militello in vacanza in Croazia. Secondo la stampa croata Vinci ha perso i sensi nel bagno della barca a vela in seguito a un'intossicazione da gas proveniente dal water o dal condizionatore d'aria e nella caduta avrebbe battuto la testa.

L'allarme lanciato questa mattina da uno yacht - Questa mattina alle 10 da uno yacht noleggiato è stata lanciata una richiesta urgente di aiuto al porto di Hvar, sull'omonima isola dalmata: a bordo un uomo di cinquantasette anni era privo di vita.

A preoccupare, invece, lo stato di salute dei due bambini che si trovano attualmente ricoverati in terapia intensiva in un ospedale del luogo. Anche quattro membri della sua famiglia, tra cui i due figli di otto e quattordici anni, sono in gravi condizioni, con forti diarree, nausea e vomito perdita di coscienza. Poco dopo al reparto per le malattie infettive sono state ricoverate anche la due persone adulte.

Sono in corso le indagini delle autorità locali per chiarire i contorni della vicenda. Non sappiamo bene cosa sia accaduto solo che stavamo tutti male, alcuni tra i quali pure io ci siamo ripresi presto purtoppo il mio amico ha perso i sensi e battuto la testa. Vinci era l'amministratore delegato del gruppo Tuo che gestisce i supermercati Tuodì.

"Ho perso un amico carissimo, che domenica scorsa mi aveva mandato un messaggio dalla Croazia dicendomi 'sto da Dio, solo tu ancora stai a lavorare...'".

Le cause della tragedia non sono ancora state confermate, ma a differenza dell'ipotesi di avvelenamento da cibo, circolata sulla stampa nel primo pomeriggio, ora sembra che si sia trattato di un'intossicazione da gas di scarico dell'imbarcazione. Sul caso stanno indagando le autorità locali e speriamo si faccia chiarezza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE