SHARE NOW lancia il progetto pilota per il carsharing a lungo termine

Paterniano Del Favero
Agosto 11, 2019

Finora le auto in condivisione dovevano rimanere all'interno dei confini delle città, per far sì che il contatore del noleggio non continuasse a girare fino al rientro nella cosiddetta "area operativa". Eppure, il servizio "in trasferta" è sempre stato tra i più richiesti.

Da pochi minuti a un'intera settimana: Share Now (dall'unione di DriveNow e car2go) e lancia un progetto pilota dedicato al car sharing a lungo termine nelle città di Milano, Amburgo e Vienna. Il meccanismo del car sharing a lungo termine non è diverso da quello per gli spostamenti brevi in città: chi ha già un abbonamento Car2go o Drive Now potrà prenotare una delle 1.500 auto della flotta, dal cellulare, tramite la solita applicazione. Prima di iniziare il noleggio, basterà selezionare la tariffa desiderata via app, scegliendo tra il costo standard al minuto, il pacchetto orario (tariffa fissa) o quello giornaliero (tariffa flex). Poi ci si mette al volante, perché no, anche per andare in vacanza.

Le tariffe sono costituite da due componenti principali: un prezzo variabile in base all'auto scelta e il periodo di noleggio assieme ad una tariffa differente per ogni chilometro per tipologia di auto. Il servizio di car sharing a lungo termine non sarà reso disponibile per i veicoli elettrici della flotta di Share Now, con cui sarà possibile utilizzare la tariffa al minuto oppure i pacchetti orari (fino ad un massimo di 6 ore).

Qualche esempio? Una Smart fortwo per 7 giorni costa 159,99 euro, mentre una BMW o una Mini Cabrio 219,99 euro. Sono inclusi nel servizio i costi di manutenzione, dell'assicurazione e del parcheggio sulle strisce pubbliche (esclusivamente all'interno dell'area operativa di Milano).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE