La MotoGp sbarca in Austria Fari accesi su Ducati e Lorenzo

Rufina Vignone
Agosto 10, 2019

In questo caso tocca al suo compagno di squadra Jorge Lorenzo, ancora out per infortunio ma autentica punta di diamante del mercato, almeno dopo le voci che lo vorrebbero il prossimo anno nel team Pramac. Pramac voleva tenermi, ho parlato con Paolo questa mattina e me l'ha confermato. Dovremmo capire cosa fare per portare a termine le discussioni sul contratto. "La cosa positiva è che siamo riusciti a migliorare il bilanciamento e l'assetto che non è stato male". "Da lì me la sono portata sempre dietro". Poi su ciò che lo attende al Red Bull Ring: "Il test di Brno è stato molto positivo. Ha una Honda ufficiale e con più tempo e fortuna potrà tornare competitivo". E' solo il primo assaggio.

MAI VINTO In conferenza stampa anche Marc Marquez, leader incontrastato di questo mondiale, che ha iniziato parlando dei suoi record: "I numeri sono importanti, ma alla fine conta solo un numero: quello delle vittorie in campionato". Di sicuro se hai buone statistiche significa che sei sulla buona strada.

"Questa pista mi piace anche se è l'unico in cui non ho mai vinto, e spero di essere pronto per giocarmi il successo". Jack Miller commenta così l'indiscrezione secondo la quale nel Mondiale 2020 Jorge Lorenzo lascerà la Honda per approdare al team Pramac.

DOVI FAVORITO Ultime, ma non ultime, le parole del ducatista Andrea Dovizioso, in qualche modo favorito d'obbligo di questo weekend viste le tre affermazioni su tre gare per la moto di Borgo Panigale a Spielberg, tra cui la sua nel 2017. "Storicamente, il circuito austriaco non è una buona pista per noi, ma faremo del nostro meglio per tornare a vincere". Qui ci si aspetta qualcosa di più da entrambi, in particolare da Bagnaia: deve riuscire a sfruttare al meglio le caratteristiche della sua moto (in versione 2018, ricordiamolo...).

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE