Di Maio: "Salvini sta vaneggiando"

Paterniano Del Favero
Agosto 10, 2019

Così Matteo Salvini rispondendo ai giornalisti a Pescara. "Gli italiani non volevano e certamente non meritavano una crisi di governo a Ferragosto". Alla fine come tutti si aspettavano, è Salvini che decide di staccare la spina al governo del cambiamento. Nel frattempo lo spread sale a 230 punti, qualche miliardo in più al mese d'interessi cosa volete che sia per chi pensa in rubli, i media genuflessi al nuovo duce non sanno che pesci pigliare, le aziende sono in preda al panico e Salvini già invoca il voto, mentre è ancora ministro dell'Interno e vicepresidente del governo al quale ha staccato la spina. In serata in un comunicato diffuso da Di Maio si legge: "C'è una riforma a settembre, fondamentale, che riguarda il taglio definitivo di 345 parlamentari".

Anche il leader pentastellato, Luigi Di Maio, si dice "pronto al voto", chiedendo però che prima passi in aula il taglio dei parlamentari. E' certo che gli elettori di M5S e Lega non hanno idea di cosa significhi e nemmeno gli importa, ma alle aziende importa eccome. In realtà ci sono diversi motivi che giustificano tanta celerità. "Ieri e questo pomeriggio è venuto a parlarmi Salvini il quale mi ha anticipato l'intenzione di interrompere questa esperienza di governo e di andare a votare per capitalizzare il consenso di cui la Lega gode attualmente".

Il Movimento 5 Stelle si è azzerato da solo, come era prevedibile, tutto questo grazie alle grosse figure di spicco portate a capo di pesantissimi Ministeri. Se mi candido premier?

Poi potrà venire tutto il resto, gli italiani potranno dire la loro, potranno dimostrare di essere quello che sono o che sono diventati, decideranno chi vogliono essere in futuro e disegneranno la loro storia, qualsiasi essa sia perché questa è la democrazia e ci auguriamo che questa possa esserci anche negli anni a venire.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE