Toni Morrison, venerato autore, muore a 88 Notizia

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 8, 2019

La causa della morte è al momento sconosciuta: la famiglia ha voluto far sapere che "sebbene la sua scomparsa sia tremenda, siamo grati che lei abbia avuto una vita ben vissuta".

Jason Decrow/AP, FILE Scrittrice Toni Morrison accetta la consegna di un premio al Lincoln Center Avery Fisher Hall, Nov. 5, 2007 a New York.

Sono così le due amiche dodicenni di Sula, l'una indipendente e addirittura ribelle, l'altra calma e conformista; Sethe e Denver, madre e figlia che tentano di ricostruire la propria vita dopo essere scappate dalla schiavitù in Amatissima (in lingua originale Beloved, che le valse il premio Pulitzer nel 1988); ma anche le donne e le suore del convento in cui si ambienta la vicenda di Paradiso e le due amiche divise dalla passione per lo stesso uomo in Amore, o il coro di voci femminili di Il dono. "Con un saggio di Alessandro Portelli". Il suo debutto letterario avvenne nel 1970 con L'occhio più azzurro. È un testo che riannoda il passato e il presente.

Toni Morrison è stata una delle scrittrici di narrativa più importanti di tutta la storia afroamericana. Il suo approccio sentimentale ai personaggi, che tradisce una formazione classica desunta dalle tragedie greche, non prescinde da questa linea che fa di loro degli uomini e donne in formazione.

La scrittrice negli anni è stata anche attiva politicamente. "La lotta contro quella guerra, i diritti civili". Non siamo una società post razziale. Per questo, col sopraggiungere degli anni Novanta, l'autrice non risparmiò criticità a certe operazioni che finivano per restringere la vocazione "materna" dello Stato: "Gli americani si sono fatti convincere che tutto quello che si meritano è uno spreco". Vuole che viva libera, che viva da essere umano.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE