Un occhio su chip, creato in 3D con cellule umane - Scienza & Tecnica

Barsaba Taglieri
Agosto 7, 2019

Dunque, essendo composto da cellule, quest'occhio - comunque 'artificiale' - sarà perfetto per testare le nuove soluzioni farmacologiche.

Sembra fantascienza ma non lo è. Il modello della superficie dell'occhio riprodotto su chip riesce per la prima volta a simulare la complessa struttura multicellulare dell'organo che fa da barriera nei confronti dell'ambiente esterno. Per farlo hanno coltivato delle cellule che sono derivate dalla cornea e dalla congiuntiva, che hanno permesso di ricreare la superficie oculare.

Modello 3d. Per affrontare questo problema, i ricercatori americani, guidati da Dongeun Huh, hanno sviluppato un modello 3d della superficie oculare che imita geometria e composizione cellulare degli strati più esterni dell'occhio umano. Come rivela infatti un articolo comparso sul sito online di 'Nature Medicine', negli States un gruppo di ricerca interno all'University of Pennsylvania, avrebbe realizzato un occhio composto da cellule umane.

Oltre a sviluppare e diffondere rimedi sanitari sempre più efficaci e meno impattanti su altri organi, una soluzione del genere potrebbe aprire la strada a nuove pratiche mediche cruelty free, cioè non sperimentate su animali, ma direttamente su questi organelli di derivazione umana, con risultati molto più affidabili. Esposta a fluidi lacrimali ed appositamente coltivata, è stata poi aggiunta una palpebra artificiale composta di idrogel, così da replicare perfettamente il tipico battito.

Grazie a questa piattaforma, i ricercatori hanno creato un modello che riproduce il disturbo dell'occhio secco, utilizzandolo per testare un farmaco. L'obiettivo è quello di affinare il sistema per poterlo usare come alternativa alla sperimentazione animale, anche se serviranno ulteriori indagini per validarne il corretto funzionamento, come sottolineano gli stessi ricercatori.

Per simulare davvero la complessità dell'occhio umano, bisognerà poi migliorare ulteriormente questo modello artificiale arricchendolo con nuovi elementi, come i vasi sanguigni, le terminazioni nervose e le cellule del sistema immunitario.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE