Strage in discoteca a Corinaldo, la banda colpì anche a Mantova

Ausiliatrice Cristiano
Agosto 6, 2019

Dopo la Lanterna Azzurra, però, quelle bombolette si sono trasformate in una sorta di pistola fumante e non sono più state usate, ma nel corso delle indagini è stato accertato che il gruppo avesse a disposizione un taser.

Gli inquirenti di Ancona stanno indagando anche su altri episodi di furto in locali dove la banda sarebbe stata, situati in 9 regioni, tra cui la Toscana, e anche all'estero a Disneyland Paris.

Secondo le carte dell'ordinanza del Gip che dispone il carcere per tutti i giovani dalla gang, tra settembre 2017 e luglio 2018, il gruppo -già operativo- avrebbe usufruito dei servizi di un uomo di mezza età, che gli avrebbe fatto da autista. Individuata la persona che indossava gioielli o oggetti di loro interesse, uno di loro la distraeva spingendola o fingendo di urtarla per sbaglio mentre usava il telefono per fare foto o video; un altro le sfilava collane, bracciali o orologi (ma soprattutto catene e catenine). Morrone lo rincuora: "spruzzo io, tu me lo rimetti in tasca, dopo che ho spruzzato, voglio vedere chi lo trova. eh eh, voglio vedere se prendono le impronte dell'aria.ti giuro lo spruzzo e metto di nuovo in tasca fra.uah se muore voglio vedere".

Il gas va spruzzato negli occhi, non come faceva quell'amico loro "sfigato" che lo sparava sui piedi.

Si tratta di Ugo Di Puorto, Andrea Cavallari, Moez Akari, Raffaele Mormone, Badr Amouiyah e Sohuibab Haddada. Un patto che si scontrerà con le domande degli interrogatori di domani. Ricordando l'incontro con il cantante dicevano: "io lo schifo proprio come persona., ci stavo per litigare in autogrill lo stavo per bussare quel figlio dì (...) diceva con quella faccia da (...) e la collana così fuori".

Le loro telefonate sono tutte un eccesso, un esagerare, un andare oltre.

7' di lettura03/08/2019 - C'è un primo clamoroso risvolto nell'indagine della Procura circa la strade della discoteca della Lanternza Azzurra di Corinaldo dove il 7 dicembre persero la vita cinque giovani e una mamma di 39 anni. "E di Puorto: ".e a me soldi e adrenalina.mi piace sentire uno che viene inculato". "Vecchio, spray, iniziava a tossire fra, la gente che urlava, la gente che iniziava a cadere, io ho saltato tre persone fra, ho passato certe cose fra...".

Non si sente ancora in grado di dare consigli, ma c'è una raccomandazione che Sfera ha voluto fare a tutti coloro che si affacciano al mondo della musica con l'obiettivo di sfondare e "diventare qualcuno": mai scendere a compromessi e mai tradire se stessi. I sette sono stati incastrati grazie agli accertamenti tecnici del Ris, come ha spiegato il procuratore di Ancona Monica Garulli.

Il presunto ricettatore è un 65enne residente a Castelfranco Emilia. Dalle conversioni intercettate dai carabinieri tra due dei membri della banda era emersa l'intenzione di partire per la Sardegna e di commettere furti con strappo in occasione dei eventi musicali programmati dal 3 al 10 agosto, e in particolare durante l " Elrow', un party musicale di origini spagnole, che si sta sviluppando in tutta Europa e che richiama in particolare un pubblico giovanile.

Tre mesi dopo, due della "banda dello strappo" erano alla discoteca Artè di via Unterveger, a Trento nord, in occasione della serata con il producer italo-americano Sick Luke.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE