L'Iran ha sequestrato una nuova petroliera che stava navigando nel Golfo Persico

Bruno Cirelli
Agosto 6, 2019

È lo stesso Iran ad averlo comunicato con una dichiarazione di un comandante della Guardia rivoluzionaria in cui ha affermato che le sue forze navali avevano sequestrato una petroliera straniera nel Golfo Persico, con l'accusa di "contrabbandare" carburante per conto di alcuni Paesi arabi. Lo hanno annunciato i media di Teheran, secondo quanto riporta la Bbc. Sette marinai sono ora in stato di arresto.

L'Iran ha messo in atto un nuovo sequestro di una petroliera straniera nel Golfo Persico, secondo quanto riportato dall'emittente televisiva statale e riportato da Reuters.

I pasdaran iraniani (Guardiani della Rivoluzione) hanno sequestrato oggi una petroliera irachena accusata di contrabbandare 700mila litri di petrolio. A una seconda petroliera con bandiera panamense, fermata anch'essa per dei controlli, è invece stato consentito di proseguire la navigazione.

Per le autorità iraniane la Stena Impero avrebbe "spento il suo localizzatore, navigando attraverso l'uscita piuttosto che per l'entrata dello Stretto e ignorato gli avvertimenti". La petroliera è stata sequestrata lo scorso 31 luglio e trasportava circa 700 mila litri di carburante.

Il giro di vite iraniano è conseguenza anche dell'inasprimento delle relazioni con gli Usa, dopo che Donald Trump ha rimesso in piedi le sanzioni contro il paese e si è sfilato dagli accordi sul nucleare, minacciano anche di boicottare i paesi che avessero acquistato petrolio dall'Iran, e di fatto indebolendo la forza economica del paese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE