Carabiniere ucciso, la famiglia di Elder: ‘Speriamo che la verità venga fuori’

Barsaba Taglieri
Agosto 4, 2019

Sono queste le parole di scuse di Finnegan Lee Elder, il 19enne in carcere per l'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega. E che Brugiatelli conoscesse bene almeno qualcuno di loro e abbia chiesto aiuto per recuperare almeno il telefono con i preziosi contatti che aveva in memoria.

"L'opinione pubblica ha avuto un resoconto incompleto della verità". La conferenza è stata convocata dopo il ritorno di Ethan Elder, padre di Finnegan, da Roma, dove ha fatto visita al figlio. "Dobbiamo avere risposte ad alcune domande". Oltre a Elder, è detenuto in carcere anche Gabriel Christian Natale Hjorth, altro indagato per la morte del carabiniere 35enne. Poi scompaiono. Non vanno immediatamente davanti alla banca, dove avverrà il delitto. Quattro minuti dopo, l'omicidio si è consumato, undici coltellate su entrambi i fianchi, sferrate con particolare violenza, tanto da raggiungere lo stomaco. Non hanno più lo zainetto, che verrà ritrovato dai militari in un vaso di fiori vicino all'hotel. Soprattutto se davvero Sergio Brugiatelli, che aveva accompagnati i due a comprare cocaina, sia rimasto lontano, accanto alla vettura lasciata in sosta dai militari, come scritto nella relazione di servizio da Varriale.

"Stiamo conducendo una serie di accertamenti per stabilire con esattezza la dinamica di quanto è accaduto quella notte sul luogo dell'omicidio e non è escluso che, aldilà delle persone direttamente coinvolte, possano esserci dei testimoni che possano aiutare a chiarire la vicenda". Non so cosa è successo.

Attraverso una nota diffusa dal suo legale Andrea Volpini, Brugiatelli ha espresso le condoglianze alla famiglia della vittima e ha ripercorso gli attimi della tragedia: "Quando ho chiamato il mio numero di cellulare, chi ha risposto non ha solo preteso denaro e droga per riconsegnare le mie cose". E' quanto ha affermato in una intervista alla tv americana Abc7news, Craig Peters, il consulente legale della famiglia di Finnegan Lee Elder, il ragazzo arrestato assieme al connazionale Christian Gabriel Natale Hjorth per l'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, riferendosi alle indahini in corso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE