Primo trapianto di fegato in Italia su donna con cancro seno

Barsaba Taglieri
Agosto 3, 2019

"Per noi questo ha una forte valenza simbolica, perché il caso della signora potrebbe aprire la strada ad interventi su altri casi simili".

A seguito di chemio e radio la paziente ha sviluppato insufficienza epatica, la malattia di Leila ha avuto quindi "un lungo intervallo, di circa 10 anni", ha spiegato Fabrizio D'Alba, dg del San Camillo.

L'eccezionale intervento, uno dei pochi casi al mondo, è stato eseguito dall'equipe diretta da Giuseppe Maria Ettorre, responsabile Polo Interaziendale Trapianti. L'intervento, aggiunge il prof.

È tutto italiano il primo trapianto di fegato effettuato su una paziente già colpita da metastasi epatica da carcinoma mammario trattata con chemio e radioterapia. Una pratica che apre "con molta prudenza una nuova strada- ha aggiunto Ettorre- e vedere che la paziente sta molto meglio ci riempie di gioia".

Alla conferenza stampa era presente anche Lelia Bizzicai, operata poco più di due settimane fa: la donna si trova in buone condizioni. Per questo i medici hanno deciso di procedere con il trapianto.

Per la prima volta in Italia è stato effettuato un trapianto di fegato su una paziente già colpita da metastasi epatiche da carcinoma mammario trattata con radioterapia e chemioterapia.

"È andato bene ma è un caso unico, che non ci autorizza a dire che possa esser replicato su tutte le persone con questa patologia. Comunque serve cautela". Ha puntualizzato il direttore del Centro nazionale trapianti (Cnt), Massimo Cardillo, alla conferenza stampa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE