Il dissidente Navalny trasferito dal carcere in ospedale per un'allergia

Bruno Cirelli
Luglio 31, 2019

Oppositore di Vladimir Putin, è ricoverato in ospedale per quelli che sembrerebbero essere i sintomi di una "reazione allergica acuta" ma che, in queste ore, iniziano a destare qualche sospetto. Per i suoi medici di fiducia è stato avvelenato con una sostanza tossica... La dott. Vasilieva ha aggiunto che l'oppositore politico non è mai stato affetto da allergie e il suo stato è il "risultato dell'effetto nocivo di sostanze chimiche non identificate".

Oggi due suoi medici parlano di avvelenamento, un'ipotesi che ancora non ha delle prove concrete.

La Vasilyeva si era opposta alle dimissioni del paziente, in un consulto coi colleghi dell'ospedale 64, spiegando che "tornare nel luogo dove, probabilmente, esiste quello stesso agente chimico sconosciuto" che ne ha provocato il malessere fosse molto rischioso, perché "un'altra intossicazione potrebbe condurre veramente ad uno stato grave".

Navalny ha avuto un'eruzione cutanea nella parte superiore del corpo, lesioni alla pelle e lacrimazione eccessiva agli occhi. I legali hanno chiesto campioni delle lenzuola del letto in cui aveva dormito in carcere, come anche della pelle e dei capelli del loro assistito per sottoporli ad analisi. L'attivista, 43 anni, è stato portato di corsa in ospedale dalla prigione dove sta scontando una condanna a 30 giorni per violazione delle dure leggi contro la libertà di manifestazione, un giorno dopo che la polizia di Mosca ha arrestato più di 1.000 persone per una manifestazione non autorizzata richiesta da Navalny contro l'esclusione dei candidati dell'opposizione dalle prossime elezioni locali di Mosca.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE