Di Maio, valutare cittadinanza Gozi

Bruno Cirelli
Luglio 31, 2019

Poi ha aggiunto: "Nulla contro la Francia, ma bisogna valutare se togliergli la cittadinanza perché siamo di fronte a una questione inquietante per cui un nostro sottosegretario, anche se era del Pd, adesso diventa esponente di un altro governo con cui abbiamo tante cose in comune ma anche molti interessi confliggenti". Poi l'ho conosciuto meglio quando lui era nel governo Hollande e io sottosegretario del governo italiano. Insomma, un italiano che ha un incarico nel governo francese.

"Sono consigliere per gli Affari europei del primo ministro, non e' - precisa - che sono ministro del governo francese".

Gli esponenti di Fratelli d'Italia si appellano a Conte "per impedire a chi abbia avuto la possibilità di accedere a dossier rilevanti per l'interesse nazionale di cambiare casacca impunemente e militare per altre nazioni".

"Egregio presidente del Consiglio, le chiediamo di avvisare Sandro Gozi che non sarà tollerata la sua scelta, rispetto alla quale non esiterà alla intimazione di legge e alla conseguenziale procedura di revoca della cittadinanza". Giorgia Meloni e i deputati Andrea Delmastro delle Vedove, Francesco Lollobrigida e Giovanni Donzelli hanno scritto al presidente del Consiglio una lettera pubblicata sul Giornale: "Sandro Gozi, già sottosegretario della presidenza del Consiglio del governo Renzi con delega agli Affari europei, secondo autorevoli fonti giornalistiche non smentite neanche dallo stesso interessato, a breve verrà nominato, in seno al governo francese, responsabile degli Affari europei". Siamo sicuri che vorrà tutelare l'immagine e l'interesse della Nazione, spiegando così, al mondo intero, che la cittadinanza italiana è fatto serio, di cui essere orgogliosi e che non consente di abbracciare la bandiera del miglior offerente. Quando leggo di alto tradimento, della revoca della nazionalità italiana, mi viene da pensare: mamma mia, come siamo caduti in basso in Italia.

A replicare a Di Maio e Meloni è Lia Quartapelle, capogruppo del Pd in commissione Esteri alla Camera: "È davvero stravagante la richiesta di togliere la cittadinanza a Sandro Gozi".

C'è però un problema di cui Di Maio non sembra essere consapevole (e Giorgia Meloni sì). "Capisco che sono europeista e amico di Macron, quindi per lei magari sono da condanna a morte". Una nomina che ha provocato le immediate e stizzite reazioni tra le fila della Lega e del Movimento 5 Stelle. Ma in tutto ciò la Lega che dice? "Ora si scopre che questo Sandro Gozi è entrato nel governo francese con il ruolo che aveva nel governo italiano" e la cosa assume "dei connotati interessanti, non perché si veda ancora una volta quanto questi del Pd siano attaccati alla maglia italiana, cioè zero; ma io voglio sapere perché Emmanuel Macron e il governo francese ci tengano a premiare così un signore che avrebbe dovuto fare fino a qualche mese fa gli interessi degli italiani" afferma Meloni in un video postato su Facebook. "Nazionalista, antidemocratico, illiberale, autoritario, antieuropeo, pericoloso. grottesco".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE