YJC: Petroliera sequestrata dai Pasdaran batte la bandiera britannica

Bruno Cirelli
Luglio 19, 2019

Nuove tensioni nello stretto di Hormuz, il cruciale passaggio per il commercio petrolífero all'imboccatura del Golfo Persico che è da mesi al centro del braccio di ferro tra Iran e Stati Uniti.

Ore dopo l'IRGC ha rilasciato una dichiarazione dicendo che aveva trattenuto la petroliera, Presidente Trump ha detto ai giornalisti che gli stati UNITI nave da guerra USS Boxer aveva distrutto il drone Iraniano, dicendo che era stata "una minaccia per la sicurezza della nave e l'equipaggio della nave".

Oggi, Barclays ha abbassato le stime dei prezzi del petrolio per la seconda metà di quest'anno e il 2020, su aspettative di una crescita della domanda più lenta a causa di un quadro economico globale più debole del previsto. Di fatto, quindi, la norma obbligherà chi vuole arrivare negli Stati Uniti a chiedere asilo in uno dei Paesi attraversati durante il viaggio; potranno rivolgersi direttamente agli Stati Uniti soltanto le persone che si trovano già in Messico o quelle che arrivano via aereo.

E' la la Mt Riah, battente bandiera panamense, la petroliera in mano agli iraniani. Un funzionario della Difesa americana ha detto all'Associated Press che il Ria era nelle acque territoriali iraniane vicino all'isola di Qeshm, dove c'è una base della Guardia Rivoluzionaria.

"La nave cisterna fermata dai Pasdaran navigava nello stretto di Hormuz battendo la bandiera della Gran Bretagna", riferisce una fonte dell'Agenzia. Teheran ha sempre respinto le accuse di Washington e dei suoi alleati di esserne responsabile, né sono state fornite prove inequivocabili del suo coinvolgimento.

I Guardiani della rivoluzione islamica dell'Iran sono responsabili del sequestro di una petroliera nelle acque del Golfo.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE