Molestie: cade accusa per Kevin Spacey

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 19, 2019

I procuratori del Massachusetts hanno lasciato cadere le accuse di molestie sessuali e aggressione contro Kevin Spacey.

Si tratta di un cameriere diciottenne, che, secondo il suo stesso racconto iniziale, sarebbe stato avvicinato e molestato da Spacey in un bar della città di Nuntucket. Fatale, per il giovane, il volersi appellare al quinto emendamento (quello che non consente di testimoniare contro se stessi) in merito alla mancata consegna del cellulare con le prove incriminate.

I fatti risalgono al 2016, quando il giovane aveva accettato di farsi accompagnare a casa dall'attore dopo aver comprato delle bevande alcoliche. Ha poi ritirato volontariamente la denuncia.

Dall'ottobre 2017, dopo le prime accuse del collega Anthony Rapp, sono una trentina gli uomini che si sono detti vittime di Spacey, che ha perso di conseguenza il ruolo che aveva nella fortunata serie televisiva "House of Cards".

Lo scorso dicembre Kevin Spacey si era infatti dichiarato innocente rispetto all'unica accusa in grado di portare a un procedimento penale nei suoi confronti (tutte le altre erano troppo datate per essere perseguite ed essere definite reati) e il suo avvocato difensore aveva puntato su una scarsa credibilità dell'accusatore, sostenendo che questi avesse cancellato dal suo cellulare dei messaggi e delle foto scambiate con Spacey capaci di dimostrare la sua innocenza.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE