La Casa di Carta 3: ecco i nuovi personaggi del cast

Ausiliatrice Cristiano
Luglio 19, 2019

Tra le novità della terza stagione de La Casa di Carta, in arrivo domani, venerdì 19 luglio, su Netflix, ci sono delle aggiunte alla banda di ladri del Professore. "Anzi, a dire il vero qualcuno era più sicuro degli altri e diceva che se magari la Spagna non era pronta, il resto del mondo lo era". Tra new entry e vecchie conoscenze il pubblico ritroverà alcuni dei personaggi più amati, Rio, Denver, Tokyo, il professore, ma anche alcuni personaggi che hanno cambiato squadra.

Ma, se la terza stagione è nata per un'esigenza altrui, la quarta invece è già stata confermata per questioni di trama.

Il piano funziona per un po', ma poi un errore porta alla cattura di uno di loro.

L'impressione è subito quella di un prodotto curato che, a iniziare dalle prime scene, colpisce per le ambientazioni: America Latina, Tailandia e le splendide architetture fiorentine sono alcune delle riprese più efficaci, segno che i nostri "eroi", nei loro due anni di pausa, si stanno godendo i risultati del loro fruttuoso crimine alla Zecca. In pratica sulla gamba ha il volto di Tokyo che ha mostrato fiero all'attrice che interpreta il personaggio. Ovviamente sui contenuti della serie, trailer a parte, è il massimo riserbo.

L'andamento narrativo della stagione non lesina - come in precedenza - sui flashback che esplorano relazioni (come quella dei fratelli Sergio e Andrés, aka Professore e Berlino) e rivelano la genesi degli audaci e folli piani criminali del leader e dei suoi accoliti.

La serata si svolgerà in una Piazza Affari vestita a tema La Casa di carta: Milano questa mattina si è svegliata infatti con una statua raffigurante l'iconica maschera di Dalì installata nel centro di Piazza Affari, alta come il Palazzo della Borsa (Palazzo Mezzanotte), che termina con la celebre opera d'arte di Maurizio Cattelan L.O.V.E., nota anche come il dito di Cattelan. Questo fattore di ribellione alla società che l'intera serie veicola è legato, come l'attore Luka Peros afferma, alla delicata situazione economica mondiale: in un mondo in cui le persone sono stufe delle grandi banche che tolgono ai più svantaggiati, i ladri vengono visti come degli eroi, dei Robin Hood che rubano ai ricchi per dare ai poveri. Anche l'ideatore della serie, Alex Pina, aveva spiegato che il suo progetto iniziale prevedeva una lunga stagione autoconclusiva, divisa poi in due blocchi, ma a causa della richiesta del pubblico, ha dovuto adattare la storia a dei nuovi capitoli. Tuttavia questi elementi popolari sortiscono un effetto positivo: La casa di carta a tratti non è solo divertente, è addirittura esilarante. L'intesa che si verrà a creare da loro porterà ad una svolta nella serie che per il momento Non può essere ancora rivelata.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE