Von der Leyen, disposta a proroga Brexit - Ultima Ora

Paterniano Del Favero
Luglio 16, 2019

Eventuali concessioni alla Lega, ai polacchi, al Movimento 5 Stelle, o più in generale alle forze euroscettiche che non fanno parte della maggioranza avranno delle conseguenze sulla composizione della prossima Commissione: "Alla fine von der Leyen non avrà problemi ad ottenere una maggioranza", ha spiegato ad Euractiv una fonte dell'S&D. Von der Leyen ha poi ricordato che le donne "rappresentano la metà della popolazione" dell'Ue.

Riferendosi agli investimenti per un'economia senza emissioni di co2, von der Leyen aggiunge che "dobbiamo avere un'economia forte perchè se vogliamo spendere prima occorre guadagnare". E' anche "grazie a lei" che "quarant'anni più tardi finalmente è una donna la candidata alla presidenza della Commissione".

Il discorso di Vdl è iniziato con un riferimento alla politica francese: "Sono passati esattamente 40 anni da quando la prima presidente donna a del parlamento europeo Simone Veil ha presentato la sua visione di una Europa più giusta".

La tedesca della Cdu, il partito della Merkel, ha aperto l'assemblea affermando senza mezzi termini: "Per me una cosa è importante, l'Europa va rafforzata". Lo dice la candidata alla presidenza della Commissione, Ursula von der Leyen.

"Assicurerò una piena parità di genere nel mio collegio dei commissari", ha detto la candidata designata dai Ventotto alla presidenza della Commissione europea. Serve solidarietà: "dobbiamo aiutarci gli uni con gli altri e serve un nuovo modo di condividere gli oneri" legati all'immigrazione. "In mare è un dovere salvare vite e nei nostri trattati e nelle nostre convenzioni c'è il dovere morale e giuridico di rispettare la dignità di ogni essere umano". Dobbiamo salvare, ma salvare non basta.

Quelli che proprio non sono suoi amici sono i sovranisti. "Servono empatia e azione decisa".

PATTO STABILITA' - Capitolo patto di stabilità "servono riforme e investimenti - ha detto von der Leyen -". Dobbiamo far sì che possa essere utilizzata" a questo fine "tutta la flessibilità prevista dalle regole. "In ogni caso - ha aggiunto - il Regno Unito rimarrà un nostro partner e un Paese amico".

Aperture su clima e Europa sociale, rassicurazioni sul rispetto dello Stato di diritto. "Utilizzerò tutto lo strumentario necessario - ha spiegato - per difendere lo stato di diritto e i valori europei, e realizzerò un meccanismo europeo per la difesa dello stato di diritto". "E non ci sarà mai".

Ue, Von der Leyen chiede unità. E' uno strumento che viene ad aggiungersi a quelli esistenti: la commissione sarà sempre un custode indipendente dei trattati. La giustizia è cieca: "difenderà lo Stato di diritto ovunque venga attaccato". Stato di diritto, stato sociale, sostenibilità, patto per il clima, riforma del Sistema di Dublino, tassa sulla Co2 alle frontiere, parità di genere e proroga alla Brexit se fosse necessario.

STANDING OVATION - La candidata presidente della Commissione Europea ha poi concluso in crescendo il suo intervento davanti alla plenaria del Parlamento Europeo, parlando in tre lingue: "Es lebe Europa!" Vive l'Europe! Long live Europe! "Thank you". Il suo è stato un discorso molto europeista, in cui ha ricordato più volteil padre, già alto funzionario della Commissione Europea. Molti eurodeputati si sono alzati in piedi ad applaudirla; anche i copresidenti dei Verdi, Philippe Lamberts e Ska Keller, le hanno battuto a lungo le mani, pur restando seduti.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE