Pace fiscale, entro il 31 luglio la prima rata della rottamazione-ter

Paterniano Del Favero
Luglio 16, 2019

Se, invece, il contribuente ha presentato la domanda per la rottamazione-ter, indicando cartelle diverse da quelle specificate nel saldo e stralcio, la Riscossione deve aver già inviato, entro il 30 giugno 2019, o invierà in questi giorni, anche se dopo la scadenza, la comunicazione delle somme da pagare per la rottamazione-ter, il cui termine per il primo o unico pagamento scade il 31 luglio 2019.

Si tratta di un servizio molto interessante e soprattutto utile per tutti coloro che per un qualsiasi motivo non sono entrati in possesso della comunicazione originaria. Ora i contribuenti possono richiedere, in vista di questa scadenza, all'Agenzia delle Entrate-Riscossione, direttamente online, in modo semplice e veloce, l'elenco dei debiti "rottamati" e i bollettini per effettuare il pagamento.

Aperto il servizio online "ContiTu" per rottamazione-ter e saldo e stralcio che permette di ottenere l'elenco dei debiti rottamati e i bollettini da pagare con le varie scadenze. Ad esempio, chi ha chiesto la rottamazione per 7 cartelle, ma si rende conto che potrà riuscire a pagarne soltanto 4, può scegliere i debiti che intende pagare in forma agevolata e il sistema fornirà un nuovo totale con i relativi bollettini.

È possibile chiedere la copia della lettera nell'area riservata del portale scaricandola direttamente e da oggi anche nell'area pubblica, senza necessità di pin e password, compilando la scheda "Richiesta comunicazione" presente nella sezione del sito dedicata alla "rottamazione-ter", alla voce "Comunicazione delle somme dovute", allegando un documento di riconoscimento.

L'Agenzia ricorda inoltre che il Decreto Crescita (DL n. 34/2019) ha fissato nuovi termini per l'adesione alla Rottamazione-Ter, prorogandola fino al 31 luglio.

L'anticipazione della trasmissione della domanda di rottamazione-ter, rispetto alla scadenza del 31 luglio 2019, consente di fruire di molteplici vantaggi che vanno dalle azioni cautelari alla regolarità contributiva.

Per tutti i contribuenti che entro l'anno scorso 30 Aprile hanno presentato la dichiarazione di adesione alla rottamazione ter ed anche la dichiarazione di adesione al saldo e stralcio, l'Agenzia delle Entrate riscossione ha dato prevalenza proprio a quest'ultima e di conseguenza la comunicazione delle somme dovute sarà inviata entro il prossimo 31 ottobre, così come viene previsto dalla legge. Le cartelle e gli avvisi contenuti nella domanda presentata e per i quali il contribuente sceglie di non aderire alla definizione agevolata, non potranno essere rateizzati. Verrà calcolato l'importo totale e quello di ciascuna rata.

Scrive per noiRedazione Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo organizzato che li tutela.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE