Gp di Gran Bretagna: quarto podio consecutivo per Leclerc

Rufina Vignone
Luglio 16, 2019

Dopo aver centrato il quarto podio consecutivo dopo Francia, Canada e Austria a Silverstone, il pilota monegasco della Rossa ai microfoni di Sky Sport F1 ha raccontato il suo punto di vista sulla gara che lo ha reso protagonista del duello all'ultimo respiro con Max Verstappen, della strategia del muretto Ferrari e della sua SF90. Non solo perché il giovane talento monegasco - poi eletto anche Driver of the Day dal pubblico dei social - è stato in grado di mettersi alle spalle il più blasonato compagno di squadra Vettel praticamente in ogni sessione del weekend, ma anche e soprattutto per la qualità dei duelli messi in mostra nell'arco della gara. Il tedesco ha commesso un errore nel tentativo di rispondere all'attacco che gli era stato sferrato da Max Verstappen.

"Vedendo un così piccolo divario tra me e la prima posizione, sono sicuro che se lavoreremo sulla questione con il nostro front-end, riusceremo a migliorare ulteriormente in gara". La partenza ha visto Vallteri Bottas prende la testa della corsa davanti a Lewis Hamilton e a Charles Leclerc. La Ferrari ha colpito la Red Bull e per Sebastian è stata necessaria una sosta ai box che lo ha costretto a perdere molto tempo.

Prossima gara. Il Mondiale di Formula 1 torna in pista fra due settimane in Germania, sulla pista di Hockenheim.

La vettura si è comportata abbastanza bene in quanto a velocità sul giro secco, contrariamente a quello che è stato il trend della Ferrari nel corso degli ultimi anni, ma le difficoltà con le gomme appaiono tutt'altro che risolte e sul piano della prestazione in gara in questo appuntamento la scuderia di Maranello è stata a tutti gli effetti la terza forza. "Sono stato molto contento di quello che è stato fatto, in quanto ciò era stato esattamente pianificato". Ferrari e Red Bull continuano a lottare, con Gasly e Vettel che si aggiungono ai soliti Leclerc e Verstappen. Pensavo che mi avrebbe lasciato uno spazio all'interno ma non è stato così, mi sono spostato per capire se stava per spostarsi al centro ma è rimasto a sinistra. I primi due stint non sono andati come volevamo, mentre con la gomma dura eravamo molto forti. "Non penso che oggi avremmo potuto vincere ma mi dispiace di non aver portato a casa nemmeno un punto". "Quella è sfortuna e può succedere che arriva la Safety Car nel momento sbagliato".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE