Universiadi, l'Italia chiude in bellezza. Il trionfo dei ragazzi della pallanuoto

Rufina Vignone
Luglio 15, 2019

Per gli azzurri si tratta della 15esima medaglia. I ragazzi allenati dal commissario tecnico Alberto Angelino hanno dominato per 14-6 (4-1, 3-2, 3-0, 4-3) la Russia e raggiunto la finalissima in programma per domenica 14 luglio contro la vincente del match tra Stati Uniti e Ungheria.

Restano comunque la compattezza, la grinta e la determinazione di una nazionale che ha esaltato il pubblico della rinnovata Scandone, per un argento quanto mai meritato e che corona un gran percorso nella 30esima Universiade.

Si concludono con l'oro le Universiadi della pallanuoto maschile.

La partita inizia subito con un break piazzato dal centroboa Bruni che assieme alle reti di Alesiani e Campopiano porta l'Italia sul 3 a 0 dopo pochi minuti di gioco. Mihok. Arbitri: Daskalopoulou (Gre) e Rakovic (Srb) Note: parziali 3-3, 1-2, 1-2, 2-1.

Il doppio vantaggio dell'Italia si è concretizzato con i gol di Loris Zonta, cresciuto nel vivaio dell'Inter e attualmente al Vicenza, su rigore e successivamente di Alessandro Galeandro, 19enne dell'Albinoleffe. Nulla da fare. Prepotente la progressione Ranalli e Compagne: 4 - 2 nel primo periodo, 7 - 1 nel secondo, 2 - 2 nel terzo, 2 - 2 nel quarto per un complessivo 15 - 7 che non lascia spazio alle recriminazioni. Angelini.Russia: Statsenko, Suchkov, Vasilev, Dereviankin, Koptsev, Kharkov, Merkulov 2, Usov, Bychkov 3 (1 rig.), Krug, Gusarov, Zinnurov 1, Chirkov. All. Superiorità numeriche: Italia 3/15 + un rigore e Ungheria 4/10 + un rigore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE