Facebook riceve la multa più alta del mondo web per Cambridge Analytica

Paterniano Del Favero
Luglio 15, 2019

Nel caso di conferma, questa diverrebbe la multa più alta mai inflitta ad una società che opera nel settore Hi-Tech.

Il caso iniziò nel marzo 2018 quando un'inchiesta del Guardian e del New York Times mostrò l'uso scorretto di un'enorme quantità di dati prelevati da Facebook, da parte di un'azienda di consulenza e per il marketing online, Cambridge Analytica.

La Federal Trade Commission degli Stati Uniti ha votato per approvare un accordo con Facebook che vedrà il gigante dei social media colpire con una multa di circa $ 5 miliardi per lo scandalo sulla privacy di Cambridge Analytica, rapporti Il giornale di Wall Street.

Non si tratta sicuramente di una buona notizia per Facebook e Zuckerberg che negli ultimi mesi ha ricevuto diversi diverse multe.

Facebook sarà multata di 5 miliardi di dollari per il caso Cambridge Analytica, dicono i giornali statunitensi. Recentissimo il provvedimento dell'ufficio Federale di Giustizia Tedesco (BfJ) che ha multato Facebook, per 2 milioni di euro, per non aver elencato tutte le denunce riguardanti i contenuti illegali presenti all'interno della sua piattaforma nel rapporto sulla trasparenza che ha presentato per il primo semestre del 2018.

Da notare inoltre come Facebook aveva già accantonato nei conti del 1° trimestre una cifra di 3 miliardi di dollari per far fronte alla possibile sanzione, il risultato è stato più pesante rispetto a quanto preventivato.

La sanzione è stata applicata per la violazione da parte di Facebook di un accordo siglato nel 2011 in base al quale la società si impegnava ad informare in modo chiaro gli utenti su come i propri dati sarebbero stati gestiti, prima di ottenerne l'esplicito consenso per la loro condivisione. "Sembra che Facebook sia tornato facile ancora una volta", ha detto in una nota Robert Weissman, presidente di Public Citizen, un gruppo di difesa dei consumatori senza fini di lucro. Chi pensava di voler "dare una lezione" a Facebook per aver violato la privacy degli utenti resterà fortemente deluso. Il precedente record apparteneva a Google, che nel 2012 per violazione della privacy fu sanzionata con 22 milioni di dollari.

La decisione della FTC è stata anticipata da Wall Street Journal che ha precisato come tre giudici su cinque si sono espressi in favore della sanzione.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE